Nasce il premio Pinocchio Sherlock

Nasce il Premio Pinocchio Sherlock che sarà conferito il 1 marzo durante l’edizione 2020 del Festival del Giallo, in programma a fine febbraio alla Biblioteca San Giorgio di Pistoia.

Il presidente della Fondazione Nazionale Carlo CollodiPier Francesco Bernacchi, assegnerà la prestigiosa statuina – realizzata  grazie al supporto di Sinapsi Group di Parma –  ad un autore di genere letterario giallo (o noir) individuato da una giuria di giovani lettori pistoiesi. La statua di Pinocchio Sherlock  è una vera e propria opera d’arte in legno, creata dallo scultore delle Dolomiti Mauro Olivotto, in arte “Lampo”, che ricorda in tutto Sherlock Holmes, il celebre personaggio “nato” dalla penna dello scrittore A. Conan Doyle.

Il regolamento per l’assegnazione del Premio Pinocchio Sherlock è frutto della stretta collaborazione della Fondazione Nazionale Carlo Collodi con la Biblioteca San Giorgio di Pistoia e la sua direttrice Maria Stella Rasetti, e con l’Associazione Pistoia Giallo e del suo presidente Giuseppe Previti. Un progetto che la biblioteca pistoiese sta portando avanti tra i giovani lettori pistoiesi. Sarà infatti una giuria composta da ragazzi e ragazze tra i 15 e i 20 anni a decretare il vincitore al quale sarà assegnato il Pinocchio Sherlock.

La Fondazione Nazionale Carlo Collodi continua la sua missione di sostegno e di promozione della cultura tra i giovani attraverso Pinocchio che in questo caso si fa ambasciatore della letteratura di genere giallo e noir. Il Pinocchio Sherlock, infatti, si ispira ad un altro progetto: quello di Pinocchio all’Opera che fu valutato dal Mibac come uno dei migliori progetti dell’Anno Europeo del Patrimonio Culturale 2018. Un progetto che vide per la prima volta insieme Fondazione Nazionale Carlo Collodi, Sinapsi e l’artista Lampo, nel quale Pinocchio è l’ambasciatore di un’altra icona del Made in Italy: l’Opera lirica.

Pinocchio-Sherlock: i libri, la giuria, la premiazione.

Sul sito della Biblioteca San Giorgio di Pistoia è disponibile da qualche mese l’invito a far parte della giuria del Premio Pinocchio Sherlock, dove si legge:

“Hai tra i 15 e i 20 anni e frequenti una scuola superiore a Pistoia o provincia? Se sì, puoi partecipare alla giuria del premio di lettura “Pinocchio Sherlock”, che metterà a confronto gli ultimi libri pubblicati da tre importanti scrittori toscani:

– Ossigeno, di Sacha Naspini (Roma, e/o, 2019)
– Nero ananas, di Valerio Aiolli (Roma, Voland, 2019)
– Il bardo e la regina, di Paola Zannoner (Milano, DeA Planeta Libri, 2019)

A chi è venuta in mente questa idea?
È venuta in mente alla Biblioteca San Giorgio di Pistoia, all’Associazione Giallo Pistoia e alla Fondazione Collodi di Pescia.

Ma cosa devo fare esattamente per partecipare?
Devi avere voglia di leggere i tre libri indicati (tutti e tre!), dare loro un voto ed esprimere un breve giudizio, in base ai tuoi gusti. Se vuoi, puoi prendere in prestito le copie dei libri in biblioteca.

E poi cosa succede?
I voti che hai dato ai tre libri, assieme ai voti che hanno espresso i tuoi compagni, andranno a comporre una classifica, che individuerà il libro vincitore.

E gli autori dei tre libri?
Potrai incontrarli di persona! Non prendere impegni per domenica mattina 1 marzo 2020: alla San Giorgio c’è il Festival del Giallo, e lì potrai conoscere anche gli altri giurati che hanno letto gli stessi libri. Domenica 15 marzo 2020, sempre al mattino, presso il Parco di Pinocchio, a Collodi, potrai chiacchierare con l’autore del libro più votato e scoprire tutto su di lui (o lei!).

Che cosa vinco?
Ti porterai a casa una borsa della biblioteca con dentro 5 libri e alcuni gadgets, una ristampa anastatica della prima edizione del libro “Le avventure di Pinocchio” e un ingresso gratuito al Parco di Pinocchio (anche da grandi è bello visitare il parco!).

Come faccio per far parte dei 20 giurati?
Invia una mail all’indirizzo giallopistoia@gmail.com indicando il tuo nome e cognome, la data di nascita e la scuola superiore di appartenenza. Ti contatteremo noi!”.

(Adele Tasselli – Ufficio Stampa Fondazione Nazionale Carlo Collodi)