Categoria: Mostre

Pinocchio come forma
Pinocchio come forma

Se Pinocchio è un tema che ha suggestionato da oltre un secolo artisti e grafici di tutto il mondo (oltre 700 sono gli illustratori di Pinocchio registrati dal catalogo della Biblioteca Collodiana della Fondazione Nazionale Carlo Collodi), tanto più suggestivo può risultare per un toscano. Uno degli ultimi in ordine di tempo è Tiberio Bartolini, architetto e designer con studio a Borgo a Buggiano (Pistoia), dalla solida formazione artistica e dalle esperienze professionali più diverse che spaziano dall’oggettistica, agli interni, alla nautica.

Dopo aver realizzato di recente gli interni di un ristorante toscano dedicato a Pinocchio, il burattino e la sua immagine sono diventati per lui una simpatica “ossessione”. Così, ha realizzato, sperimentando anche tecniche diverse dagli acquerelli, alle cere, alla pittura a olio, immagini originali e rielaborazioni ispirate alle scene create da illustratori noti e meno noti delle Avventure. Una selezione di queste è esposta nella mostra “Le diverse forme di Pinocchio”, nello spazio che accoglie i visitatori (Spaccio di Rosina) dello Storico Giardino Garzoni a Collodi, dal 14 aprile all’11 giugno 2017.

Le diverse forme di Pinocchio

Acquerelli e grafiche di Tiberio Bartolini
Storico Giardino Garzoni, Spazio Accoglienza Visitatori, dal 14 aprile all’11 giugno 2017
Gratuita per i visitatori dello Storico Giardino Garzoni-Collodi Butterfly House

Pinocchio

Pinocchio in Cava
Pinocchio in Cava

1_dettaglio sogno di Pinocchio-di-S_Azzurrini

Dalla Cava Nardini di Vellano al Parco di Pinocchio
a Collodi un’esposizione di sculture in pietra serena

 Il 9 aprile 2017, alle ore 11:00, nel Parco di Pinocchio a Collodi,  si inaugura l’esposizione di 6 grandi statue in pietra serena realizzate durante il 1° Simposio Internazionale “Scultori in Cava – Vellano 2016”, organizzato presso la Cava Nardini di Vellano (Pescia) dal 4 al 14 luglio 2016; un’iniziativa che si è svolta con il patrocinio del Comune di Pescia e della Fondazione Nazionale Carlo Collodi, oltre alla partecipazione del Circolo ARCI di Vellano.
Sotto la direzione artistica e il coordinamento del M° Silvio Viola, scultori da Italia, USA e Giappone hanno lavorato sul tema “Girando intorno a Pinocchio“, assistiti da Marco Nardini, titolare della Cava.

Le 6 sculture ora esposte nel Parco di Pinocchio sono:
“Il sogno di Pinocchio” di Simone Azzurrini;
“Pinocchio sul Colombo” di Kelly Borsheim;
“Enigma – La scelta di Pinocchio” di Mariano Guerrieri;
“Fatina e lumachina” di Kumiko Suzuki;
“Lucignolo e Pinocchio” di Massimo Villani;
“Pinocchio e i Carabinieri” di Silvio Viola.

Collocate in aree destinate al relax o al collegamento tra varie parti del Parco di Pinocchio, in modo da caratterizzarle in maniera forte senza interferire con le opere d’arte che dall’origine formano il percorso del Parco, alcune di queste sculture sono pensate per poter essere anche sedili o panchine. Così, chi visiterà il Parco di Pinocchio in questo periodo si potrà sedere accanto al Pinocchio che dorme e sogna sotto i lecci, oppure immedesimarsi nel burattino di Collodi “accomodandosi” tra due Carabinieri dai baffi arcigni.

Si possono apprezzare attraverso queste opere le caratteristiche e potenzialità di un materiale che fa parte del territorio e della sua eredità storica e culturale. La produzione di pietra serena era un’attività importante nella montagna pesciatina; oggi la Cava Nardini è l’unica rimasta nel territorio provinciale di Pistoia ad estrarre questa particolare arenaria, tutt’oggi usata per rifiniture architettoniche di pregio, e con la quale sono stati costruiti, pavimentati, fortificati numerosi centri storici della zona, e gli stessi vialetti di percorrenza del Parco di Pinocchio.

L’evento si terrà alla presenza del Sindaco del Comune di Pescia, Oreste Giurlani, del Presidente della Fondazione Collodi, Pier Francesco Bernacchi, e di tutti gli scultori.

Pinocchio esce dalla fiaba. Dove? A Collodi!
Pinocchio esce dalla fiaba. Dove? A Collodi!

“Pinocchio esce dalla fiaba” per diventare una realtà: è l’esperienza di chi visita Collodi e il territorio circostante, dove Carlo Lorenzini è stato bambino e il suo immaginario si è formato.

E’ anche il titolo di un progetto e di una mostra fotografica che portano la firma di Luigi Salvioli (Oltrelamoda Immagine e Comunicazione) e di Aldo Fallai, fotografo italiano di fama internazionale anche per essere l’autore per un trentennio degli scatti per le collezioni e i prodotti di Giorgio Armani. Ha realizzato così il primo servizio fotografico mai realizzato dedicato alle Avventure di Pinocchio!

La mostra sarà inaugurata il prossimo 16 settembre nel Museo del Parco di Pinocchio a Collodi, presentando 32 dei circa 80 scatti selezionati dopo una settimana di lavoro a Collodi e nella Svizzera Pesciatina durante il mese di luglio 2016. Rimarrà esposta per i visitatori del Parco fino al 1 maggio 2017. Intanto nelle vie di Collodi, e successivamente in altre località del territorio pesciatino, immagini in grande formato affisse pubblicamente diverranno un segno e un richiamo per l’identità del territorio, e aiuteranno a scoprirne anche parti meno note ma ricche di storia e bellezze.

Il progetto è stato realizzato con il patrocinio della Regione Toscana, del Comune di Pescia e in collaborazione con l’agenzia regionale Toscana Promozione Turistica, con la Fondazione Nazionale Carlo Collodi, con il Museo della Carta di Pietrabuona di Pescia, l’Associazione Terraviva Onlus e l’Istituto Marangoni di Firenze. In particolare Toscana Promozione farà di questa serie di scatti fotografici uno strumento di promozione territoriale in Italia e all’estero. Oltre alle location, toscana l’ispirazione pittorica dai pittori contemporanei del Collodi, toscani gran parte dei protagonisti degli scatti – con un’ospite d’eccezione: Antonia Dell’Atte, modella e musa di Armani –  trasformati tra l’altro da maschere, trucco e parrucche della ditta fiorentina Filistrucchi, ad oggi nove generazioni di artigiani al servizio del teatro e dell’immagine.

Nelle parole di Stefano Ciuoffo, Assessore regionale al Turismo: “Un altro evento che vede protagonista uno dei personaggi più rappresentativi della Toscana, un vero e proprio veicolo di promozione del nostro territorio in tutto il mondo. Le foto che lo rappresentano, insieme a tutti i personaggi della fiaba, sono capolavori da vedere” (fonte: Toscana Notizie).

Venite dunque ad ammirarle nel Parco di Pinocchio…

Il Paese dei Balocchi di "Pinocchio esce dalla fiaba" ambientato nel Parco di Pinocchio

Il Paese dei Balocchi di “Pinocchio esce dalla fiaba” è ambientato tra le giostre d’epoca del Parco di Pinocchio