Categoria: sezioneblog

Pinocchio nella pietra di Vellano
Pinocchio nella pietra di Vellano

Pinocchio prende vita nella pietra di Vellano

Una nuova serie di sculture accoglie i visitatori del Parco di Pinocchio a partire dalle vacanze di Natale 2016!

Sono 6 opere in pietra serena realizzate sul tema “Girando intorno a Pinocchio” da artisti da Italia, USA e Giappone durante il 1° Simposio  “Scultori in Cava” – Vellano 2016”, organizzato presso la Cava Nardini di Vellano (Pescia) dal 4 al 14 luglio 2016.

Ora si trovano in aree di sosta o di passaggio del Parco, e  sono: “Il sogno di Pinocchio” di Simone Azzurrini; “Pinocchio sul Colombo” di Kelly Borsheim; “Enigma – La scelta di Pinocchio” di Mariano Guerrieri; “Fatina e lumachina” di Kumiko Suzuki; “Lucignolo e Pinocchio” di Massimo Villani; “Pinocchio e i Carabinieri” di Silvio Viola.

Alcune di queste opere sono state pensate per essere anche sedili o panchine. Così, ci si potrà sedere accanto al Pinocchio che dorme e sogna sotto i lecci, oppure immedesimarsi nel burattino di Collodi “accomodandosi” tra due Carabinieri dai baffi arcigni… e, in attesa della festa di inaugurazione ufficiale, queste sculture ci fanno appreszzare la pietra serena della montagna pesciatina, con cui nei secoli sono stati costruiti, fortificati, lastricati i centri storici del territorio, e anche i vialetti del Parco di Pinocchio! Attualmente la Cava Nardini è l’unica rimasta nel territorio provinciale di Pistoia ad estrarre questa particolare pietra, oggi usata per rifiniture di pregio.”Scultori in cava”, sotto la direzione artistica del M° Silvio Viola, si è tenuta con ilpatrocinio del Comune di Pescia e della Fondazione Nazionale Carlo Collodi, che è anche tra i sostenitori dell’iniziativa, e con la partecipazione del Circolo ARCI di Vellano.

Una bella collaborazione tra diverse realtà del nostro territorio, tutto da scoprire. Vale la pena di approfittare di una visita a Collodi per estendere la gita agli antichi paesi dei dintorni!

Dettaglio del Sogno di Pinocchio di S. Azzurrini. Parco di Pinocchio, Collodi

Dettaglio del Sogno di Pinocchio di S. Azzurrini. Parco di Pinocchio, Collodi

[/vc_column_text]
Dettaglio del Sogno di Pinocchio di S. Azzurrini. Parco di Pinocchio, Collodi
Dettaglio di Pinocchio sul Colombo di K. Borsheim. Parco di PInocchio, Collodi
Dettaglio di Lucignolo e Pinocchio di M. Villani. Parco di Pinocchio, Collodi
Dettaglio di Fatina e Lumachina, di K. Suzuki. Parco di Pinocchio, Collodi
Dettaglio di Enigma - La scelta di Pinocchio, di M. Guerrieri. Parco di Pinocchio, Collodi
Dettaglio di Pinocchio e i Carabinieri, di S. Viola. Parco di Pinocchio, Collodi
[/vc_column][/vc_row]
Passeggiate inusuali a Collodi
Passeggiate inusuali a Collodi

“Da Collodi a Pinocchio con Carlo Lorenzini” è il titolo dei due percorsi che la Fondazione Nazionale Carlo Collodi propone in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio 2016 (sabato 24 e domenica 25 settembre). Si tratta di “passeggiate patrimoniali” cioè visite a luoghi poco noti ma che fanno parte del patrimonio di tutti, e fanno parte anche della vita di varie persone che ne rievocheranno, in modo personale e informale, il significato e il ruolo dal loro specifico punto di vista. Un’eccezionale occasione per completare una visita allo Storico Giardino Garzoni o al Parco di Pinocchio. Ma anche per aggiungere nuove conoscenze a quelle che si hanno già su Collodi, che può aspirare a divenire un Parco policentrico, con i suoi molti punti d’interesse storicamente e materialmente collegati.

Le passeggiate daranno l’opportunità di conoscere due luoghi che per motivi diversi non sono normalmente accessibili al pubblico. Si tratta: del passaggio dal giardino privato della Villa Garzoni che attraversa l’edificio e porta all’antico borgo di Collodi Castello, costeggiando la stupenda Palazzina d’Estate, invisibile da qualsiasi altra angolazione; e della Biblioteca Collodiana, una raccolta di conservazione della Fondazione Nazionale Carlo Collodi dedicata alle opere di Carlo Collodi da tutto il mondo. “Testimoni” – cioè coloro che dialogheranno con i visitatori – saranno alcuni residenti e persone che per lavoro frequentano, o hanno frequentato, questi luoghi. L’iniziativa si tiene in collaborazione con il Consiglio d’Europa – Ufficio di Venezia.

Per chi è interessato, ecco alcuni dettagli. Informazioni ulteriori e prenotazioni a: belcari@pinocchio.it, oppure telefonando a Isabella Belcari, 0572 429613 (orario ufficio).

ORARIO PASSEGGIATE (valido sia per il 24 sia per il 25 settembre):
– Passaggio sotto la Villa Garzoni: ritrovo ore 9.00 presso il chiosco Informazione Turistica di Piazza Carlo Collodi a Collodi; partenza ore 9.15;

– Biblioteca Collodiana: ritrovo ore 10.20 oppure ore 11.20 di fronte a Villa Arcangeli, sede della Fondazione Nazionale Carlo Collodi, in Via Pasquinelli, 6, a Collodi. Inizio ore 10.30 e ore 11.30.
Si raccomanda in entrambi i casi la puntualità, non ci si potrà aggregare a visita iniziata.

PRENOTAZIONI: consigliabile prenotare via e-mail: belcari@pinocchio.it. Le persone con prenotazione avranno la precedenza nella partecipazione, secondo l’ordine di arrivo delle prenotazioni. Saranno accettate 20 persone per ciascuna passeggiata.

ACCESSIBILITA’: Il passaggio attraverso la Villa Garzoni non è accessibile ai disabili e non è adatto a persone con mobilità limitata, inoltre si raccomanda di calzare scarpe sportive; questa visita è indicata per partecipanti adulti. La Biblioteca Collodiana è accessibile ai disabili ed è una visita indicata anche per i bambini, che devono essere accompagnati da adulti.

La partecipazione è gratuita.

Edizioni delle Avventure di Pinocchio dalla Biblioteca Collodiana

Pinocchio esce dalla fiaba. Dove? A Collodi!
Pinocchio esce dalla fiaba. Dove? A Collodi!

“Pinocchio esce dalla fiaba” per diventare una realtà: è l’esperienza di chi visita Collodi e il territorio circostante, dove Carlo Lorenzini è stato bambino e il suo immaginario si è formato.

E’ anche il titolo di un progetto e di una mostra fotografica che portano la firma di Luigi Salvioli (Oltrelamoda Immagine e Comunicazione) e di Aldo Fallai, fotografo italiano di fama internazionale anche per essere l’autore per un trentennio degli scatti per le collezioni e i prodotti di Giorgio Armani. Ha realizzato così il primo servizio fotografico mai realizzato dedicato alle Avventure di Pinocchio!

La mostra sarà inaugurata il prossimo 16 settembre nel Museo del Parco di Pinocchio a Collodi, presentando 32 dei circa 80 scatti selezionati dopo una settimana di lavoro a Collodi e nella Svizzera Pesciatina durante il mese di luglio 2016. Rimarrà esposta per i visitatori del Parco fino al 1 maggio 2017. Intanto nelle vie di Collodi, e successivamente in altre località del territorio pesciatino, immagini in grande formato affisse pubblicamente diverranno un segno e un richiamo per l’identità del territorio, e aiuteranno a scoprirne anche parti meno note ma ricche di storia e bellezze.

Il progetto è stato realizzato con il patrocinio della Regione Toscana, del Comune di Pescia e in collaborazione con l’agenzia regionale Toscana Promozione Turistica, con la Fondazione Nazionale Carlo Collodi, con il Museo della Carta di Pietrabuona di Pescia, l’Associazione Terraviva Onlus e l’Istituto Marangoni di Firenze. In particolare Toscana Promozione farà di questa serie di scatti fotografici uno strumento di promozione territoriale in Italia e all’estero. Oltre alle location, toscana l’ispirazione pittorica dai pittori contemporanei del Collodi, toscani gran parte dei protagonisti degli scatti – con un’ospite d’eccezione: Antonia Dell’Atte, modella e musa di Armani –  trasformati tra l’altro da maschere, trucco e parrucche della ditta fiorentina Filistrucchi, ad oggi nove generazioni di artigiani al servizio del teatro e dell’immagine.

Nelle parole di Stefano Ciuoffo, Assessore regionale al Turismo: “Un altro evento che vede protagonista uno dei personaggi più rappresentativi della Toscana, un vero e proprio veicolo di promozione del nostro territorio in tutto il mondo. Le foto che lo rappresentano, insieme a tutti i personaggi della fiaba, sono capolavori da vedere” (fonte: Toscana Notizie).

Venite dunque ad ammirarle nel Parco di Pinocchio…

Il Paese dei Balocchi di "Pinocchio esce dalla fiaba" ambientato nel Parco di Pinocchio

Il Paese dei Balocchi di “Pinocchio esce dalla fiaba” è ambientato tra le giostre d’epoca del Parco di Pinocchio