Fondazione Pinocchio – Carlo Collodi

Collaborazioni

Incontri europei: i progetti MOV-UP e META

Print
lavoro comune

Un momento del seminario per insegnanti a Sofia: si testano alcuni dei metodi proposti dai partner

Nelle ultime settimane la Fondazione Collodi ha partecipato ad incontri internazionali per 2 importanti progetti ERASMUS+ centralizzati, entrambi finanziati sulla linea Forward-Looking Cooperation direttamente dall’EACEA di Bruxelles. Si tratta di progetti il cui ambito è quello delle politiche dei Paesi EU per l’istruzione. I loro risultati devono condurre a raccomandazioni da parte delle autorita comunitarie nel campo dell’educazione, a nuove prospettive da parte delle autorità da parte di Paesi coinvolti.
Le sperimentazioni che vengono condotte in questi progetti possono fornire anche utili strumenti che ciascuna scuola o insegnante può scegliere di adottare o a cui può ispirarsi per nuovi approcci nell’attività quotidiana.

In febbraio si è tenuto a Sofia (Bulgaria) il primo meeting di partenariato di MOV-UP, cui è seguito un seminario nazionale dedicato agli insegnanti di scuola dell’infanzia e primaria. Il tema del progetto è formare gli insegnanti a riconoscere

Un semplice pupazzo mobile realizzato con la tecnica origami e pochi tratti per imparare a riconoscere ed esprimere le emozioni

Un semplice pupazzo mobile realizzato con la tecnica origami e pochi tratti per imparare a riconoscere ed esprimere le emozioni

precocemente, e precocemente intervenire per risolverlo, il disagio nell’ambiente scolastico di bambini con un background socio-culturale minoritario o disagiato. L’intervento si basa prevalentemente sull’acquisizione di competenze emotive e relazionali.

Il progetto, appena avviato, durerà 3 anni e svilupperà un corso nazionale e uno europeo sperimentali, da cui derivare un manuale e altre risorse formative per gli insegnanti.

User comments

Un’istantanea del meeting presso la Fondazione Pfefferwerk, Berlino; da sin: Ivan Ivanov (ERIO), Gilda Esposito e Romina Nsti (Università di Firenze), Isabella belcari (Fondazioen Nazionale Carlo Collodi), Anja Muller (Fondazione Pfefferwerk), Cinzia Laurelli e Marianne Poncelòet (International Yehudi Menuhin Foundation), Margitta Haertel (Fondazione Pfefferwerk)

In marzo ha invece avuto luogo il 3o meeting di coordinamento di META,organizzato dal partner tedesco: la Fondazione Pfefferwerk. Tra i temi principali discussi, le sperimentazioni condotte da artisti ed insegnanti a scuola e la prossima formazione sull’advocacy per attivisti che interloquiscono con la scuola per migliorare l’inserimento dei bambini beneficiari del progetto.
In META si sviluppa una metodologia per la scuola primaria, basata sulla pratica delle arti integrata nel curriculo dell’istruzione per tutti gli alunni, ma particolarmente intesa a prevenire l’insuccesso scolastico di bambini appartenti a minoranze. Sono in corso sperimentazioni in Belgio, Spagna, Italia e Germania, mentre è stata elaborata una metodologia e un quadro di competenze chiave di riferimento. Anche gli artisti che in collaborazione con le scuole attuano la sperimentazione hanno avuto l’opportunità di un corso di formazione nell’ambito del progetto.

fernando

Intervento di Fernando Perez, artista impegnato nella sperimentazione delle scuole tedesche

Tagged , , ,

Seguici