Fondazione Pinocchio – Carlo Collodi

Arte e Cultura

Pratali e il suo Pinocchio antico dalla campagna toscana

Pinocchio_Massimo-Pratali_imag_copertina_thumb

Nel Museo del Parco di Pinocchio è esposto fino a domenica 4 giugno la mostra Pinocchio di Massimo Pratali: un pittore, originario di Buti (Pisa), formatosi attraverso varie esperienze artistiche fin dagli anni ’60, oggi paesaggista in arte. Le Avventure di Pinocchio rappresentano quindi un unicum nella sua produzione attuale, e vi si riflettono anche i suoi appassionati studi sulla cultura popolare e sulla storia del ’900. Le opere di Pratali si ritrovano come illustrazioni dell’edizione integrale delle Avventure di Pinocchio appena pubblicata (Pontedera, 2017) dalla CLD Libri di Otello Leggerini. Il volume si avvale del testo dell’edizione Critica della Fondazione Nazionale Carlo Collodi, ed è da questa patrocinato. L’edizione italiana sarà presto seguita da quella con il testo integrale della traduzione in inglese di Peter M.D. Panton – anch’essa testo ufficiale della Fondazione Collodi – destinata prevalentemente al mercato nordamericano.

Le particolari – e tenute accuratamente segrete – tecniche di Pratali raffigurano sulla carta un Pinocchio dai colori terragni, dove semplici motivi a schema richiamano ora elementi di paesaggi ora antiche e modeste stoffe dell’abbigliamento quotidiano d’una volta, mentre le figure talvolta appena abbozzate non parlano di realismo ma di visione interiore. Un Pinocchio che rimane così in bilico tra la rievocazione di un mondo e di un paesaggio ormai storici, e una percezione individuale tra sogno e sentimento.

Nelle parole del testo critico di Ilario Luperini che commenta la mostra, il Pinocchio di Pratali è “una figurina dove il taglio obliquo degli occhi e la breve linea della bocca curvata in un dolce sorriso annunciano un’atmosfera di soffusa malinconia” e racconta “una storia struggente, malinconica, attraversata da un profondo umanesimo, una storia di fugaci fantasie edi incombente realtà: le fantasie dei sogni e le realtà dei giorni… Il burattino di Collodi personifica lo spirito del nostro tempo, così intricato di dubbi sulla realtà delle cose… tuttavia sempre affannosamente teso a cercare una concretezza che dia stabilità”.

Le Avventure di Pinocchio
Tecniche miste su carta di Massimo Pratali
Parco di Pinocchio, Museo del Parco, dal 13 maggio al 4 giugno 2017
Gratuito per i visitatori del Parco di Pinocchio

Pinocchio e la Fata_Massimo-Pratali

Tagged ,

Seguici