News Butterfly House

La “farfalla viziosa” di Capalbio
La “farfalla viziosa” di Capalbio

La Butterfly House permette a tutti di vivere un’esperienza unica, perché immerge i visitatori, come per incanto, nell’atmosfera di un giardino tropicale tra piante esotiche e voli di variopinte farfalle tipiche dei luoghi equatoriali e dei tropici…

Ma se vi trovate in Toscana a godere di questo splendido spettacolo, non potete non colmare la vostra curiosità in fatto di farfalle procedendo in direzione Capalbio, un paesino immerso nella campagna maremmana, famoso, tra l’altro per la sua “farfalla viziosa”.
Si tratta della Charaxes jasius, farfalla soprannominata “ninfa del corbezzolo” ma anche… “la sbronzona”!
Questa farfalla, infatti, tra le più grandi e belle in Italia, con la sua livrea bruna orlata d’arancio, striata d’argento e con riflessi verdi, lunule azzurre e dettagli in rosso e bianco, sembra, dagli studi effettuati dall’entomologo Enrico Stella, sia attratta dai… “fumi dell’alcool”!
Basta infatti lasciare un bicchierino di birra, vino o simili nella macchia che d’abitudine frequenta che la farfalla si precipita a suggere quell’ “inebriante nettare”!
Una farfalla davvero sui generis, bellissima da vedere e anche importante da preservare, in quanto sempre più rara.farfalla Charaxesjasius

Farfalle e profumi: i neuroni speciali delle Sfingi
Farfalle e profumi: i neuroni speciali delle Sfingi

Tra Saturnidi e Ninfalidi, nella Collodi Butterfly House tante sono le specie di lepidotteri che vivono libere in un habitat appositamente ricreato.

Qui si possono osservare gli splendidi esemplari di farfalle in tutto il loro ciclo vitale e anche studiarne da vicino comportamenti e strategie di difesa, come il mimetismo!
Un mondo colorato ed interessante, quello delle farfalle, che non finisce di stupire noi, appassionati o profani, come gli stessi studiosi.
Ed infatti recente è una scoperta pubblicata sulla rivista Science, frutto di una ricerca condotta all’ University of Washington di Seattle. Protagonisti sono i lepidotteri Sfinge. Sembra che queste farfalle abbiano dei neuroni specifici per preferenze innate verso determinati odori Sfinge della Vite
Leggi la notizia

Le Farfalle di Collodi insegnando la biodiversità
Le Farfalle di Collodi insegnando la biodiversità

Dal 21 al 26 Settembre 2010 la Circoscrizione Sud del Comune di Prato organizza presso il Parco delle Cascine di Tavola la manifestazione “Ambiente in festa 2010 – Biodiversità e Ambiente”. Attrazione principale della manifestazione è la Collodi Butterfly Tent della Fondazione Nazionale Carlo Collodi, cui si potranno effettuare visite guidate sia per adulti sia per bambini. Inoltre, sarà esposta la mostra di fotografie “Farfalle dalla Collodi Butterfly House”, di Alberto Andreini, già presentata con successo a Milano e Collodi.

Dal 21 al 26 Settembre 2010 la Circoscrizione Sud del Comune di Prato organizza presso il Parco delle Cascine di Tavola la manifestazione “Ambiente in festa 2010 – Biodiversità e Ambiente”. Attrazione principale della manifestazione è la Collodi Butterfly Tent della Fondazione Nazionale Carlo Collodi, cui si potranno effettuare visite guidate sia per adulti sia per bambini. Inoltre, sarà esposta la mostra di fotografie “Farfalle dalla Collodi Butterfly House”, di Alberto Andreini, già presentata con successo a Milano e Collodi.

Le Nazioni Unite hanno dichiarato il 2010 “Anno Internazionale della Biodiversità”, invitando tutti a promuovere iniziative per informare e sensibilizzare sul tema della biodiversità. Per questo la Circoscrizione Sud del Comune di Prato, presenta, in collaborazione con la Fondazione Nazionale Carlo Collodi che l’ha ideata, allestita e la gestisce, la Collodi Butterfly Tent. Si tratta della versione mobile della Collodi Butterfly House, che si trova dal 2007 nello Storico Giardino Garzoni di Collodi (PT). Quella di Collodi non è una tenda ma un edificio-serra in pietra e cristallo autoportante. Sia la Butterfly House sia la Butterfly Tent ospitano una lussureggiante vegetazione di piante tropicali nella quale vivono numerosi esemplari di farfalle originarie delle zone tropicali o equatoriali. Il visitatore può ammirare così in un bellissimo giardino esotico la vita quotidiana e il ciclo vitale (da uovo a bruco, a crisalide a insetto) di questi animali che hanno una relazione davvero stretta con l’ambiente: questo assicura loro la vita, mentre le farfalle sostengono a loro volta sia la vita vegetale (come insetti impollinatori), sia quella animale, come cibo per i predatori. Pur essendo costruiti dall’uomo, questi due ambienti mostrano in maniera meravigliosa come la natura animale e vegetale può e deve mantenere il suo equilibrio grazie alla corretta interazione e interdipendenza tra gli esseri viventi. Infatti qui le delicate farfalle si corteggiano, si nutrono, si riproducono, in ottimo rapporto con l’ambiente che le ospita. Un rapporto che nelle nostre e in molte altre terre, a causa dell’inquinamento agricolo ed industriale, è fortemente scosso.Le fotografie di Alberto Andreini, esposte nell’edificio adiacente la Butterfly Tent, sono state scattate nella Collodi Butterfly House. Grazie al talento e alla perizia tecnica del loro autore, permettono di cogliere emozionanti dettagli e caratteristiche delle farfalle che aiutano a meglio osservare e comprendere gli animali dal vivo.

Luogo: Parco delle Cascine di Tavola – area antistante la Casa del Caciaio

Orario per il pubblico: 14.30 – 18.30 e tutta la giornata di domenica 26 settembre; al mattino, dal 21 al 25 settembre, solo visite per scuole su prenotazione

Biglietto d’ingresso alla Butterfly Tent: € 2,00 a persona.

Operatori a disposizione per visita guidata negli orari di apertura.

Info: Circoscrizione Sud, Via delle Badie, 130 – 59100 Prato. Tel. 0574 55921