News Parco di Pinocchio

Pinocchio Opera compie dieci anni
Pinocchio Opera compie dieci anni

Creata dalla compositrice tedesca Gloria Bruni, l’opera lirica “Pinocchio” giunge nel 2018 al traguardo dei suoi primi dieci anni e lancia una nuova serie di spettacoli in tutto il mondo.

“Pinocchio” è un’opera dall’anima universale, scritta con l’intento di avvicinare il pubblico all’ascolto dell’opera: dopo una prima serie di facili arie introduttive, l’ascolto si fa sempre più impegnativo fino a che lo spettatore si trova all’interno di una vera opera con orchestra e coro.

Il libretto, scritto in lingua tedesca dalla celebre autrice Ursel Scheffler, è stato successivamente tradotto in italiano dal musicista Lauro Ferrarini, che ha anche curato l’orchestrazione dell’opera.

La prima mondiale di Pinocchio Opera ha avuto luogo nel 2008 alla Laeiszhalle di Amburgo.  Dopo varie repliche in Germania,  l’opera riceve il Patrocinio della Fondazione Collodi e fa il suo ingresso in Italia con una produzione del Teatro San Carlo di Napoli, che lo mette in scena  nel febbraio 2013 ottenendo un grande successo di pubblico.

Patrocinato dalla Fondazione Collodi, lo spettacolo viene nuovamente rappresentato nel febbraio 2015 al Teatro Regio di Parma, con altrettanto successo.

Tra le edizioni in lingua italiana all’estero, vale la pena di menzionare uno speciale allestimento, creato per l’Istituto Italiano di Cultura di Londra in occasione della Settimana della Lingua Italiana del Mondo, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica Italiana.

Per aggiornamenti sulle future repliche: www.pinocchioopera.org – Info: Associazione Culturale “Il Dorso della Balena” – cell 335 5726806

 

 

 

 

 

 

 

 

CORSO DI FORMAZIONE per ANIMATORI DELL’EDUTAINMENT – Bando 2018

L’Agenzia Formativa International Collodi Academy della Fondazione Nazionale Carlo Collodi, Istituzione Culturale eretta con D.P.R. n. 1313/1962, e Espéro s.r.l. spin off dell’Università del Salento organizzano un Corso di Formazione per animatori dell’edutainment da svolgersi in modalità blended learning.

Chi è l’animatore dell’edutainment
L’animatore dell’edutainment è una figura che unisce la capacità di utilizzare i metodi e le tecniche dell’intrattenimento coniugandoli con l’esigenza di offrire opportunità e stimoli educativi agli utenti. Le attività progettate e implementate dall’animatore dell’edutainment realizzano in forma Iudica obiettivi di apprendimento.

A chi si rivolge il corso
Il corso si rivolge a chi, reputando di avere le attitudini a svolgere le attività dell’animatore dell’edutainment e ha maturato un minimo di esperienze nell’ambito dell’animazione ludica, intende dotarsi di ulteriori competenze per progettare e implementare azioni di edutainment, utilizzando i linguaggi dell’immagine, del suono e della musica, della drammatizzazione teatrale, della multimedialità.
Per riuscire a ottenere il massimo risultato dal corso di formazione, è indispensabile avere una propensione all’apprendere dall’esperienza, avere un approccio attivo all’apprendimento, avere disponibilità all’apprendimento cooperativo, al problem solving e coltivare il pensiero divergente.

Tempi e luoghi del corso
Il corso si sviluppa in 180 ore, articolate in 96 ore di laboratori in presenza e di 84 di moduli teorici online, di cui 24 dedicate alla preparazione all’esame finale con assistenza di un tutor.
Le lezioni teoriche saranno disponibili su apposita piattaforma a partire dal giorno 15 febbraio 2018. I laboratori in presenza si svolgeranno a Collodi (PT), presso il Parco di Pinocchio, dal 20 al 23 febbraio e dal 6 all’11 marzo 2018.

Condizioni di partecipazione
L’iscrizione al corso e il pagamento della quota dovranno avvenire entro il 10 febbraio 2018, inviando il modulo scaricabile, debitamente compilato e copia dell’avvenuto bonifico della quota, a: formazione@pinocchio.it oppure al fax 0572 429614.
La quota individuale è ridotta a € 500,00 (oltre Iva) in ragione di un pari contributo della Fondazione Nazionale Carlo Collodi ai costi del corso.
Il corso si terrà al raggiungimento del numero minimo di 20 iscritti, e saranno accettati fino ad un massimo di 30 iscritti, dando la precedenza secondo l’ordine di arrivo delle iscrizioni e pagamento della quota. In caso di non raggiungimento del numero minimo di iscritti, il corso sarà annullato e si procederà al rimborso integrale delle eventuali quote versate.

Bando e modulo di partecipazione sono scaricabili da qui

Pinocchio da San Servolo in giro per il mondo
Pinocchio da San Servolo in giro per il mondo

Si inaugura sabato 16 dicembre alle ore 16.00 nell’Isola di San Servolo, alla presenza di Andrea Berro, Amministratore Unico di San Servolo s.r.l., Umberto Vattani, Presidente di Venice Interantional University e Pier Francesco Bernacchi, Presidente della Fondazione Nazionale Carlo Collodi, la mostra dedicata al più celebre burattino di legno!

Una fantasmagoria di facce nasute, che nelle loro differenza a volte grandissime, sono però tutte facce inconfondibili dello stesso personaggio amatissimo ovunque: Pinocchio.

La mostra si compone in tre sezioni: “Dai legni di Geppetto ai legni di Sigfrido Bartolini”, “Pinocchio around the world” e “Un libro d’artista: Le avventure di Pinocchio di Antonio Nocera”.

La prima sezione espone una selezione di fotografie, schizzi e disegni originali, legni incisi, prove di stampa e stampe in nero o nero e due colori selezionati per questa esposizione veneziana, tratte dal libro speciale: le Avventure di Pinocchio nell’edizione commemorativa del Centenario di Pinocchio (1981-83) illustrata dall’artista pistoiese Sigfrido Bartolini: pittore, incisore e critico d’arte con una particolare predilezione per il raccontare storie in immagini, cioè illustrare. Alcune sue opere grafiche sono esposte al Gabinetto Disegni e Stampe degli Uffizi, al Gabinetto Disegni e Stampe della Biblioteca Vaticana, alla Biblioteca Nazionale di Parigi, al museo “Albertina” di Vienna. Uno dei modi di espressione preferiti da Bartolini è stata la xilografia: creare sulla carta immagini attraverso incisioni su legno. In questa tecnica, un blocchetto di legno viene inciso a mano fino a creare un’immagine “a rovescio”, che poi si copre di inchiostro, nero o colorato, e si imprime sulla carta come fosse un timbro, pressando bene con un torchio da stampa. Una serie di sue xilografie dedicate a Pinocchio sarà esposta a San Servolo.

La seconda sezione consiste in un montaggio grafico di materiale iconografico accompagnato da brevi didascalie esplicative e di commento che documenta la fortuna del personaggio e della storia di Pinocchio nel mondo. La documentazione è disposta per aree geografiche, partendo da quelle più lontane anche culturalmente dall’Italia (Giappone) per avvicinarsi sempre più al luogo di origine dell’opera collodiana: la Toscana. Ci si è basati principalmente sull’iconografia del libro illustrato, ma non mancano oggettistica, realizzazioni artistiche e di intrattenimento (parchi disneyani, monumenti a Pinocchio), pubblicità etc. e immagini sia d’epoca che moderne dei luoghi collodiani.

La terza sezione espositiva tratta del terzo libro d’artista che Antonio Nocera  ha realizzato sul testo delle Avventure di Pinocchio. Per Nocera Pinocchio è uno dei temi centrali, a cui ha dedicato varie opere singole e tre libri d’artista. Quella del 2015 che sarà esposto a San Servolo è un’edizione preziosa fatta di carte a mano e stampata al torchio, racchiusa in una valigia da emigrante. L’opera infatti sviluppa il concetto di Pinocchio come “bagaglio” culturale che l’italiano emigrante porta con sé come una delle cose essenziali. A conferma del valore di Pinocchio come fenomeno culturale e dell’opera di Nocera, il libro si avvale di prefazioni illustri: quella di Silvia Costa, Louis Godart, Gianni Letta, Francesca Centurione Scotto Boschieri, Pier Francesco Bernacchi, ed è pubblicato in italiano e in inglese, con i testi integrali ufficiali della Fondazione Collodi.

Il libro è corredato di opere originali stampate su Carta Venezia, appositamente realizzate per questa edizione con una macchina da stampa di Fernando Masone a Venezia.

Prodotto conclusivo del progetto sarà la pubblicazione di un nuovo libro illustrato di favole Pinocchio a San Servolo che verrà presentato al pubblico sabato 10 febbraio 2018 in Isola.

Per tutto il periodo espositivo saranno poi proposti dei laboratori didattici gratuiti per famiglie e scolaresche. Per info e prenotazioni consultare il sito www.sestantedivenezia.it oppure telefonare al numero 041 2413987.

La mostra sarà visitabile fino al 13 febbraio 2018 con orario 10.00 – 17.30.

L’esposizione è allestita nell’Isola di San Servolo, sede della società San Servolo Srl, della Venice International University e del Collegio Internazionale di Ca’ Foscari. Il parco dell’isola accoglie alcune opere d’arte e installazioni permanenti acquisite nel corso degli anni: Il dono di Meilin di Han Meilin, Meridiana e Narciso di Oliviero Rainaldi, I Quattro Evangelisti di Fabrizio Plessi, La Follia di Gianni Aricò, Doppio Bifrontale di Pietro Consagra, Havel’s Place di Bořek Šípek e Babbo di Sandro Chia.


Per raggiungere San Servolo:
linea 20 Actv da San Zaccaria MVE, corse consigliate per partecipare all’inaugurazione ore 15,10 e 15,40

Info line: +39 041 2765001 / web: servizimetropolitani.ve.it oppure univiu.org