News Parco di Pinocchio

Pinocchio nella pietra di Vellano
Pinocchio nella pietra di Vellano

Pinocchio prende vita nella pietra di Vellano

Una nuova serie di sculture accoglie i visitatori del Parco di Pinocchio a partire dalle vacanze di Natale 2016!

Sono 6 opere in pietra serena realizzate sul tema “Girando intorno a Pinocchio” da artisti da Italia, USA e Giappone durante il 1° Simposio  “Scultori in Cava” – Vellano 2016”, organizzato presso la Cava Nardini di Vellano (Pescia) dal 4 al 14 luglio 2016.

Ora si trovano in aree di sosta o di passaggio del Parco, e  sono: “Il sogno di Pinocchio” di Simone Azzurrini; “Pinocchio sul Colombo” di Kelly Borsheim; “Enigma – La scelta di Pinocchio” di Mariano Guerrieri; “Fatina e lumachina” di Kumiko Suzuki; “Lucignolo e Pinocchio” di Massimo Villani; “Pinocchio e i Carabinieri” di Silvio Viola.

Alcune di queste opere sono state pensate per essere anche sedili o panchine. Così, ci si potrà sedere accanto al Pinocchio che dorme e sogna sotto i lecci, oppure immedesimarsi nel burattino di Collodi “accomodandosi” tra due Carabinieri dai baffi arcigni… e, in attesa della festa di inaugurazione ufficiale, queste sculture ci fanno appreszzare la pietra serena della montagna pesciatina, con cui nei secoli sono stati costruiti, fortificati, lastricati i centri storici del territorio, e anche i vialetti del Parco di Pinocchio! Attualmente la Cava Nardini è l’unica rimasta nel territorio provinciale di Pistoia ad estrarre questa particolare pietra, oggi usata per rifiniture di pregio.”Scultori in cava”, sotto la direzione artistica del M° Silvio Viola, si è tenuta con ilpatrocinio del Comune di Pescia e della Fondazione Nazionale Carlo Collodi, che è anche tra i sostenitori dell’iniziativa, e con la partecipazione del Circolo ARCI di Vellano.

Una bella collaborazione tra diverse realtà del nostro territorio, tutto da scoprire. Vale la pena di approfittare di una visita a Collodi per estendere la gita agli antichi paesi dei dintorni!

Dettaglio del Sogno di Pinocchio di S. Azzurrini. Parco di Pinocchio, Collodi

Dettaglio del Sogno di Pinocchio di S. Azzurrini. Parco di Pinocchio, Collodi

[/vc_column_text]
Dettaglio del Sogno di Pinocchio di S. Azzurrini. Parco di Pinocchio, Collodi
Dettaglio di Pinocchio sul Colombo di K. Borsheim. Parco di PInocchio, Collodi
Dettaglio di Lucignolo e Pinocchio di M. Villani. Parco di Pinocchio, Collodi
Dettaglio di Fatina e Lumachina, di K. Suzuki. Parco di Pinocchio, Collodi
Dettaglio di Enigma - La scelta di Pinocchio, di M. Guerrieri. Parco di Pinocchio, Collodi
Dettaglio di Pinocchio e i Carabinieri, di S. Viola. Parco di Pinocchio, Collodi
[/vc_column][/vc_row]
A Collodi per un Natale in famiglia con un regalo a tutti i bambini
A Collodi per un Natale in famiglia con un regalo a tutti i bambini

Le feste di Natale e fine anno, con i bambini a casa da scuola, l’usanza dei regali e delle riunioni familiari, sono uno dei momenti più adatti per fare qualcosa di bello tutti insieme, grandi e piccini.

Una visita a Collodi, al Parco di Pinocchio, è perfetta per mettere insieme persone di generazioni diverse. Bambini, genitori, nonni possono condividere ognuno il loro Pinocchio, quello che vive nella loro memoria e nella loro esperienza, in un parco che grazie all’arte, all’architettura e al gioco dà vita ad un grande libro: il più diffuso libro per ragazzi al mondo, il più amato da tutti, a qualunque età.

Per questo, all’avvicinarsi del Natale e durante le Feste, Pinocchio e la Fondazione Nazionale Carlo Collodi hanno deciso di regalare ai più piccoli una visita al Parco di Pinocchio, da godere insieme agli adulti che li accompagneranno.

Dal 05 Novembre 2016 al 08 Gennaio 2017 l’ingresso al Parco di Pinocchio a Collodi è gratuito per ogni bambino fino a 14 anni di età accompagnato da un adulto pagante. Una visita che, come la lettura del libro originale scritto da Carlo Collodi, sarà un’esperienza di conoscenza, di svago ma soprattutto di condivisione tra persone di età diverse, avvicinate dal mitico burattino ai piedi di un antico borgo toscano arrampicato sulla collina, dove il bambino Carlo Lorenzini scorrazzava pensando ai giochi proprio come la sua creatura di carta e inchiostro, tanti anni dopo e ancora oggi.

SCARICA IL TUO BIGLIETTO OMAGGIO!!!