Pinocchio tra Russia e Bielorussia con Svabodni e Tshimokhava

PINOCCHIO TRA RUSSIA E BIELORUSSIA CON SVABODNI E TSHIMOKHAVA

Due artisti bielorussi illustrano Pinocchio in una mostra dal 16 luglio al 2 settembre al Parco di Pinocchio.

“Il primo è Yaroslav Svabodni che propriamente non si dedica a Pinocchio, ma a quel suo gemello d’Oltrecortina, quel Burattino protagonista de La chiave d’oro, il lungo racconto che nel 1936 Aleksej Nikolaevič Tolstoj trae dal capolavoro di Collodi, trasformandolo in una fiabesca metafora in chiave sovietica. Ryta Tshimokhava rimane invece fedele al burattino per antonomasia, tuffando il suo pennello, da abilissima acquerellista qual è, nelle pagine del romanzo collodiano per reinterpretare la galleria dei suoi personaggi calandola in un’atmosfera straniata ma evocativa. Sbarazzino, impertinente, dalla legnosità ostentata il Pinocchio di Yaroslav Svabodni. Più infantile, riccioluto, bambinesco quello di Ryta Tshimokhava. Sono il segno di due mondi fantastici quasi agli antipodi, ma entrambi essenziali” (A Cipolla).
La mostra è a cura di Antonio Attini e Alfonso Cipolla, promossa dalla Fondazione Nazionale Carlo Collodi.