Tour Virtuale del Mondo di Pinocchio

Non poteva che essere Collodi il luogo dove ricordare, in modo degno e duraturo, Le Avventure di Pinocchio e il suo autore Carlo Lorenzini, in arte Collodi. Collodi: “una lunga striscia di vecchie casipole annerite dal tempo, che si arrampicano su per il dorso di un’alta e ripida montagna, come un braco di pecore bigie” (Il viaggio per l’Italia di Giannettino) è il paese natale della madre di Carlo Lorenzini al quale egli, fiorentino, fu tanto legato da trarne il suo pseudonimo. Se l’antico borgo e Villa Garzoni con il suo maestoso giardino storico erano noti a Carlo Lorenzini bambino, il Parco di Pinocchio nasce per celebrare l’autore e il suo capolavoro per iniziativa di un comitato che dette poi vita alla Fondazione Nazionale Carlo Collodi, ente culturale riconosciuta dallo Stato italiano.
Vi accompagnamo alla scoperta del Mondo di Pinocchio a Collodi attraverso sei video: Le origini, il Percorso Monumentale, la Piazzetta dei Mosaici, il percorsi avventura, il MIP – museo interattivo di Pinocchio, il maestoso Storico Giardino Garzoni e la sua Casa delle Farfalle.

 

*

Le origini:

Collodi, lo Storico Giardino Garzoni, il Parco di Pinocchio, la Fondazione Nazionale Carlo Collodi.

**

Il percorso monumentale e il Paese dei Balocchi

Il Parco di Pinocchio si snoda in un’ampia area verde di oltre 4 ettari dove attraverso arte e architetutta si ripercorrono gli episodi salienti de Le Avventure di Pinocchio. Un percorso monumentale immerso nella macchia mediterranea, il cui valore artistico è riconosciuto e tutelato dal ministero dei beni culturali. Emilio Greco, Venturino Venturi, Pietro Consagra, Marco Zanuso, Augusto “Bobo” Piccoli e gli architetti del paesaggio Pietro Porcinai, Renato Baldi, Lionello De Luigi (senza dimenticare Giovanni Michelucci per l’Osteria del Gambero Rosso) sono alcuni degli artisti più significativi del Novecento di questo vero e proprio museo a cielo aperto. L’intero Parco di Pinocchio, oltre al vasto percorso – dove si trovano anche attività per i più piccoli come il Teatro dei Burattini, le vecchie giostre oppure i due percorsi avventura o laboratori del Dire e del Fare, si è arricchito nel 2020 del Museo Interattivo di Pinocchio. Ci sono poi la Sala del Grillo, dove si organizzano attività nei periodi più freddi e un percorso espositivo dove tutto l’anno si alternano mostre di artisti ispirati dal burattino.

***

La piazzetta dei Mosaici

La statua “Pinocchio e la Fata” di Emilio Greco e la Piazzetta dei Mosaici di Venturino Venturi con Renato Baldi e Lionello De Luigi vinsero il primo premio ex-aequo del concorso per un monumento a Pinocchio promosso per iniziativa del sindaco di Pescia, Rolando Anzilotti (e primo presidente della Fondazione Nazionale Carlo Collodi) nel settantesimo anniversario della prima pubblicazione di Pinocchio.

 

****

Nel paese dei balocchi, i due percorsi avventura.

Continua il tour virtuale del Parco di Pinocchio, un parco culturale dove si trovano attività ludiche ed educative per i bambini. Come il nuovo Museo Interattivo di Pinocchio, i laboratori del Dire e del Fare nella Pagoda di Lucignolo, gli spettacoli di burattini, le vecchie giostre e i percorsi avventura: Vola sul fiume e Nave Corsara.

 

*****

Il MIP, museo interattivo di Pinocchio.

La novità della stagione 2020 è l’apertura di questo percorso immersivo, multimediale e interattivo. Dove grandi e piccoli diventano protagonisti di alcuni degli episodi più famosi del racconto.
Dovrai trovare il pezzo di legno che nasconte Pinocchio, acciuffare il Grillo Parlante, costruire tu stesso il burattino, attraversare il bosco della Fata per raggiungere il Campo dei Miracoli dove, calpestando 40 zecchini d’oro, farai sbocciare dall’albero le monete d’oro.
Ci sono anche il Paese dei Balocchi, il Teatro dei Burattini di Mangiafuoco (dove ti trasormerai in un burattino tu stesso), il Circo del ciuchino Pinocchio fino al famigerato Pescecane…

 

******

Lo Storico Giardino Garzoni e la Casa delle Farfalle (Collodi Butterfly House)