Conferenza online su Carlo Collodi

In occasione del 130 anni dalla scomparsa di Carlo Collodi, la Fondazione Nazionale Carlo Collodi invita a seguire la conferenza online dal titolo

CARLO COLLODI A 130 ANNI DALLA MORTE” che potrà essere seguita direttamente il 26 ottobre 2020, dalle ore 15.00, sul canale youtube Pinocchio – Fondazione Nazionale Carlo Collodi oppure attraverso l’omonimo profilo Facebook

www.youtube.com/channel/UCrHscppn29Wqkl8BoOvB5IA/featured

Carlo Collodi nostro contemporaneo è il titolo dell’intervento della professoressa Daniela Marcheschi, Presidente dell’Edizione Nazionale delle Opere di Carlo Lorenzini e Consigliere FNCC che sarà seguito dal contributo del dott. Roberto Randaccio: “La camicia di Nesso: la vocazione al giornalismo di Carlo Collodi”.

A chiudere l’incontro virtuale sarà il presidente della Fondazione Nazionale Carlo Collodi, Pier Francesco Bernacchi, che parlerà dei Programmi e progetti della Fondazione Nazionale Carlo Collodi.

L’incontro terminerà alle ore 18.00.

Info: ufficiostampa@pinocchio.it – fondazione@pinocchio.it

 

 

Halloween Carnival con Pinocchio dal 10 ottobre al 1 novembre

Halloween Carnival vi aspetta al Parco Policentrico di Collodi – Pinocchio (Collodi – PT) dal 10 ottobre al 1 novembre! L’area del Parco di Pinocchio si cala in una atmosfera da brividi a misura di bambino con ambienti colorati e altri un pochino più spaventosi, ma sempre rivolto ai visitatori più piccoli. Naturalmente, il Parco di Pinocchio vi aspetta in maschera!

Insieme a Pinocchio e alla Fata ci saranno il Lupo Mannaro, Dracula, il Folletto della Zucca, la Strega  e altri personaggi interpretati dagli educatori e dagli animatori del parco.

Piccoli mostriciattoli hanno preso posto sulle vecchie giostrine, la Strega ha allestito la sua casa nel teatrino meccanico e non mancheranno i riferimenti alla storia di Pinocchio.

Il laboratorio  stato trasformato nel covo dei ragni giganti e qui si potranno assemblare e colorare simpatici gadget con della semplice carta.

C’è la radura dei fantasmi, la grotta dei pirati e il piccolo bosco dei vampiri.

Gli allestimenti e i laboratori a tema saranno presenti fino al 1 novembre 2021, non serve la prenotazione.

Il biglietto di ingresso  comprensivo dell’ingresso al Museo Interattivo, giro sulle vecchie giostre, spettacolo dei burattini, percorsi avventura per i bambini dai 5 anni compiuti, laboratori, visita al giardino storico e alla casa delle farfalle.

Per vedere alcuni allestimenti immagini visibili sulla pagina instagram del @parcodipinocchio-collodi

Per informazioni e prezzi: 0572 429342 – parcodipinocchio@pinocchio.it

 

Four Seasons in the gardens webinar gratuito

La Fondazione Nazionale Carlo Collodi e lo Storico Giardino sono tra i partner internazionali della serie di webinar “Four Seasons in the Gardens”, organizzata dal Castello Reale di Varsavia (Polonia). La serie offrirà un grande viaggio sui principali giardini storici europei e sarà scandita dal ritmo delle stagioni. I partecipanti potranno apprezzare la sinergia tra giardino storico e arte in tutte le stagioni dell’anno. Arrangiamenti floreali speciali e piatti ispirati da tali arrangiamenti accompagnano ciascun webinar, in un mix di arte, cultura, fiori e cibo.

Il sito internet dell’evento è il seguente:
La lista dei webinar, 12 in totale e accessibili a chiunque si colleghi al sito internet dell’evento, è al seguente link:
La pagina facebook dell’evento è la seguente:
Mercoledì 7 novembre, alle 18, si tiene il primo webinar: Tulipomania The Magic and Madness of Europe, tenuta dal Prof. Dariusz Sochacki (Università di Varsavia).
La Prof.ssa Maria Adriana Giusti, membro del Comitato Direttivo della Fondazione Nazionale Carlo Collodi e direttore scientifico dello Storico Giardino Garzoni, terrà un webinar l’8 agosto 2021 dal titolo “Sunny Gardens of Italy”.

FOUR SEASONS IN THE GARDENS

 

A SEREIES OF 12 WEBINARS ON GARDEN ART

X 2020 – IX 2021

THE ROYAL CASTLE IN WARSAW – MUSEUM ONLINE

 

 

 

The series of twelve webinars is a great journey through the most outstanding garden arrangements in Europe. The four parts of the event are dictated by the seasons, which finally combine into a coherent whole, creating a determinant of the idea and synergy between art and garden. Wonderful specialists in the field of garden art will introduce us to issues inspired by wonderful historical gardens. Thematic flower arrangements made by the fantastic Duet of Kwiaty & Miut will make garden considerations more pleasant, showing that trends in the history of garden art can also be presented in a non-obvious way, in harmony with nature and with triggering experiences that cannot be resisted surrounded by flowers.

The irreplaceable Robert Makłowicz will present issues related to the history of cooking, table culture and recipes inspired by plants and seasons in gardens.

 

 

 

 

 

 

 

 

PROGRAM

 

PART I – AUTUMN GARDEN COLORS

 

The series of webinars will start with a story about tulips, whose bulbs are planted in autumn to enjoy their unusual flowers in spring. We will check whether tulipomania was a more magical phenomenon or maybe a madness, which in some regions of Europe indirectly continues to this day as an irreplaceable love for bulbs and flower fields woven from colorful tulips. The land of the eighteenth-century European landscape parks will most fully refer to the colors of autumn and rest, typical of this season. We will also talk about the elements without which the outstanding gardens of Europe would not exist: we will move to gardens that, to varying degrees, show the variety of ground floors and garden embroidery of different eras.

 

  1. 10.2020 – 18:00

TULIPOMANIA – THE MAGIC AND MADNESS OF EUROPE

                EVERYONE CAN HAVE HIS OWN KEUKENHOF

  • dr hab. inż. Dariusz Sochacki – Warsaw University of Life Sciences
  • Partner: Marlies Goldenberg – Keukenhof Netherlands
  • lecture in Polish and English

 

  1. 11.2020 – 18:00

ABOUT THE SPACE IN THE LANDSCAPE GARDEN, OBSERVING AND MOVE

  • dr inż. arch. kraj. Renata Stachańczyk – National Heritage Institute

 

  1. 12.2020 – 18:00

                GARDEN GROUND FLOORS – FOR DECORATION AND BENEFITS

  • dr hab. inż. arch. prof. PK Agata Zachariasz – Cracow University of Technology, Institute of Landscape Architecture

 

PART II – WINTER DREAMS ABOUT GARDENS

 

In the series of winter meetings with the history of the garden, we will move to the interior, where flowers illustrate in winter what we lack at that time outside. We will talk about flowers in painting and floral motifs used in various fields of art. We will also look into the greenhouses of our friends from Italy and Poland who found a common thread of golden citrus in the pages of history.  We will also get to know symbols that with their timeless pronunciation write a story that is accessible only to art lovers in the true sense of the word. The language of the world of plants hidden in the interiors of royal residences conveys the magic and uniqueness of these places and means more than words spoken directly.

 

  1. 01 2021 – 18:00

“LIVING” GARDENS IN THE QUIET INTERIOR OF THE RESIDENCE

  • mgr Barbara Werner – PKN ICOMOS (POLAND)

 

  1. 02.2021 – 18:00

CITRUSES AND ORANERS IN ITALY AND POLAND

  • dr Bianca Maria Landi – Uffizi Galleries – Boboli Gardens in Florence
  • mgr inż. arch. kraj. Jacek Kuśmierski – Museum of King Jan III’s Palace at Wilanów Warsaw
  • lecture in Polish and English

 

  1. 03.2021 – 18:00

INNOCENT AND SENSUAL, MYSTICAL AND DIGITAL … THE PERSISTENCE OF LILY SYMBOLS

  • dr hab. Halina Galera – University of Warsaw, Faculty of Biology

 

 

PART III – SPRING AWAKENING AMONG GARDEN ART

 

In spring we will move to China and Japan, whose garden art and blooming cherry blossoms amaze many of us. We will present ancient witnesses to history who, with their monumental structure and size, will make us realize the return to the archetype of a garden which is a tree. We will also turn our attention to the queen of the garden and devote ourselves to admiration of the beauty of rose inspirations in the garden assumptions of Europe.

 

  1. 04.2021 – 18:00

FAR EAST THEMES IN GARDENS

  • dr inż. arch. kraj. Anna Majdecka – Strzeżek

 

  1. 05.2021 – 18:00

MONUMENTAL TREES AS WITNESSES OF THE HISTORY OF EUROPEAN GARDENS

  • dr inż. arch. kraj. Wojciech Bobek – Cracow University of Technology, Institute of Landscape Architecture

 

  1. 06.2021 – 18:00

ROSE – QUEEN OF THE GARDEN STORIES

  • Matjaž Mastnak – Arboretum Volčji Potok Slovenia
  • Łukasz Rojewski – breeder of the rose ‘Queen of Warsaw’
  • lecture in Polish and English

 

PART IV – THE HISTORY OF GARDENS PLACED IN THE RAYS OF SUMMER

 

In the summer series of meetings, the subject of royal representations of the baroque richness of shape and form as well as ideas that determined the style of the historical assumptions of this period will be discussed. We will go to sunny Italy to meet the great creators of the most outstanding historical gardens in the summer rays. In the scent of herbs, the colors of summer enriched with sculptures and elements typical of Italian gardens, we will discover a longing for the ideal form created by the hand of gardeners and designers who weave ideas into garden compositions and ornaments. We will quench the thirst for summer with a story about water as a symbol of garden life.

 

  1. 07.2021 – 18:00

ROYAL OF THE SPELLISH BAROQUE GARDENS

  • dr inż. Dorota Sikora – Warsaw University of Life Sciences, Department of Landscape Art.

 

  1. 08.2021 – 18:00

SUNNY GARDENS OF ITALY

  • Maria Adriana Giusti – Historic Garzoni Garden (Collodi, Italy)
  • Partner: Roberto Vezziani – Fondazione Nazionale Carlo Collodi (Italy)
  • lecture in Polish and English

 

  1. 09.2021 – 18:00

THE SOURCE OF LIFE, DESIRE AND AMBITION – THE STORY OF THE LIVING OF WATER IN GARDEN ART.

  • mgr inż. arch. kraj. Łukasz Przybylak – Museum of King Jan III’s Palace at Wilanów Warsaw

 

 

 

 

 

During each lecture:

 

FLOWER STORY: DUET KWIATY&MIUT

Łukasz Marcinkowski, Radek Berent

 

A CULINARY STORY: ROBERT MAKŁOWICZ

 

 

ONLINE TRANSMISSION:

  • zamek-krolewski.pl
  • facebook: ZamekKrolewski
  • youtube: zamek.krolewski.warszawa

 

 

 

Information about the event: www.zamek-krolewski.pl

 

COORDINATOR: mgr inż. arch. kraj. Monika Drąg – Gardens of the Royal Castle in Warsaw – Museum

 

 

 

 

 

 

 

Pinocchio di Graziano Guiso in mostra

Pinocchio, il burattino più famoso al mondo, è il protagonista del racconto pittorico che l’artista carrarino Graziano Guiso presenta al Parco di Pinocchio a Collodi (Pescia, Pistoia).

Pinocchio ha gli occhi verdi”, a cura di Filippo Lotti, è il titolo della personale patrocinata della Fondazione Nazionale Carlo Collodi.

«Da molti anni la mia produzione artistica – dichiara Guiso – ha incontrato il burattino di Collodi, personaggio che ho sempre amato e al quale, oggi, ho dedicato un intero ciclo pittorico.

Sono profondamente legato a questa mostra, alla quale lavoro da oltre un anno, perché intrisa di significati connessi ai miei più cari affetti familiari.

Il titolo “Pinocchio ha gli occhi verdi” è un chiaro riferimento a mia moglie Daniela che ha, appunto, gli occhi verdi. Il burattino ci lega per svariati motivi e questa mostra è un omaggio a quello che ho di più caro nella vita e nell’arte».

«Prima che una mostra – dice Lotti –, questa è una vera e propria dichiarazione d’amore. Naturalmente per il burattino più famoso al mondo ma, senza ombra di dubbio alcuno, ancor di più verso Daniela. La boutade del titolo della mostra, “Pinocchio ha gli occhi verdi”, ne è un chiaro riferimento. Daniela ha gli occhi verdi».

In questa esposizione Graziano Guiso presenta ventitré opere tutte dello stesso formato (40×40 cm) che vanno a indagare l’universo collodiano nei momenti più salienti della favola…

(estratto dal comunicato stampa)

GRAZIANO GUISO

“Pinocchio ha gli occhi verdi”

a cura di Filippo Lotti

Vernissage: sabato 17 ottobre 2020, ore 17.00 (ingresso su invito)

Mostra: dal 17 ottobre 2020 al 6 gennaio 2021.

Orario: secondo gli orari di apertura del Parco di Pinocchio.

Dove: Sala del Grillo, Parco Policentrico Collodi-Pinocchio (Parco di Pinocchio).

Informazioni:

Per info mostra: 0572 429342, fondazione@pinocchio.it

Info artista: Filippo Lotti, 333 3892402, artelotti@gmail.com

A Bernacchi il premio Donne del Marmo

Al presidente della Fondazione Nazionale Carlo Collodi, Pier Francesco Bernacchi, sarà conferito il Premio Donna del Marmo 2020. In questa edizione la cerimonia sarà virtuale e la consegna del riconoscimento sarà filmata e mandata in onda sui canali dell’associazione tra qualche giorno.

 

Il Premio Donna del Marmo è assegnato dal 2007 dall’Associazione Nazionale Le Donne del Marmo a chi abbia contribuito con la propria arte, professionalità o dedizione alla diffusione dell’utilizzo del “marmo”, termine da intendersi nella sua accezione arcaica, cioè quella di qualsiasi roccia ricercata, plasmata e impiegata per le realizzazioni più svariate.

 

Per il conferimento del Premio Donna del Marmo 2020 si è trovato un connubio tra marmo, edilizia termale, arte e cultura nel lavoro di Pier Francesco Bernacchi” spiega l’associazione nella nota stampa dove si legge:

 

Pier Francesco Bernacchi è stato a lungo manager di spicco nel servizio sanitario nazionale, dal 1960 al 1989, mentre dal 1990 è stato direttore generale di terme, quali: Terme di Montecatini, di Castellammare, di Chianciano  e consulente internazionale per strutture termali. Da uno studio affidatogli durante gli anni universitari a Pisa è nata la sua conoscenza e il suo profondo amore per il marmo, una roccia nobile, duttile e raffinata dai molteplici  impieghi in arte, in architettura, nell’industria e nel design e da sempre promossa nell’ambito sanitario, dove a lungo Bernacchi ha operato, per  le proprietà igienico-sanitarie.

 

“Il docente di merceologia dell’Università di Pisa – racconta Pier Francesco Bernacchi – mi affidò una ricerca dettagliata sulle cave di marmo delle Apuane, sia del versante della provincia di Carrara, sia del versante lucchese. Lo studio mi portò ad analizzare i diversi marmi grezzi e lavorati, consentendomi di apprezzare sia le svariate tipologie dei marmi che le diversità di lavorazione”.

 

Da questo minuzioso studio, l’interesse per il marmo non lo ha mai abbandonato, facendolo impiegare sia negli edifici, anche sanitari, dove ha lavorato, sia promuovendolo per il mondo.

Il suo impegno prima come Segretario Generale e ora come Presidente della Fondazione Carlo Collodi lo ha inoltre portato ad occuparsi della gestione e della cura del complesso Villa e Giardino Garzoni, gioiello del Settecento e riconosciuto Monumento Nazionale.

 

Con il Premio Donna del Marmo 2020 a Pier Francesco Bernacchi l’Associazione intende mettere in evidenza l’importanza dell’applicazione dei materiali lapidei nell’edilizia sanitaria, in particolare nell’utilizzo dei materiali lapidei nelle terme, che fin dal tempo dei Romani venivano realizzate interamente in “marmo”.

 

Il Premio Donna del Marmo 2020 consiste in una speciale edizione del profumo “Bugia“, della linea I Profumi del Marmo, dedicato a Pinocchio. Il flacone è impreziosito da un tappo-scultura in marmo di Carrara e legno di ciliegio realizzato a mano dall’artista Francesco Siani.

 

 

SEC, a Roma per la collana I Classici di politica della cultura

L’Istituto Luigi Sturzo di Roma ospita la presentazione della collana “I classici di politica della cultura” a cura della Societé Européenne de culture (SEC), durante l’incontro in programma mercoledì 30 settembre dalle 15 alle 18.

Presentazione “I classici di politica della cultura” 

L’apertura dell’incontro è affidato al professore Andrea Bixio, consigliere CDA Istituto Luigi Sturzo, e al presidente della SEC e della Fondazione Nazionale Carlo Collodi, Pier Francesco Bernacchi. La sede internazionale e la biblioteca della SEC  qualche anno fa sono state trasferite da Venezia a Collodi, dove sono temporaneamente ospitate presso la sede e della Fondazione Nazionale Carlo Collodi in attesa dell’apertura della propria sede, sempre a Collodi (Pescia – PT), che ospiterà la ricca biblioteca-emeroteca specializzata. “Un ulteriore tassello del Parco Policentrico Collodi-Pinocchio, un importante contribuito all’identità europea e all’immagine internazionale che si va costruendo a Collodi” ha sottolineato Bernacchi.

L’incontro di mercoledì, introdotto e presieduto dal professor Nicola Antonetti, presidente Istituto Luigi Sturzo, sarà costellato da interventi di prestigiosi studiosi. Per “La collana dei classici” intervengono il prof. Alberto Gambino, prorettore  dell’Università Europea di Roma e condirettore della collana con il  professor Lorenzo Franchini, dell’Università Europea di Roma e condirettore della collana.

La presentazione del primo volume, dal titolo “Guido Dorso, Classe politica e classe dirigente”, spetta a prof. Francesco Barra (Università di Salerno) e dal prof. Giovanni Farese (Università Europea di Roma). Per il secondo volume: “Umberto Campagnolo, L’autre politique” gli interventi sono affidati alla dott.ssa Cosima Campagnolo, segretario generale internazionale SEC e Curatrice del volume, e dal dott. Fabio Guidali dell’Università Statale di Milano.

Sec, da Venezia a Collodi.

La Sec-Société Européenne de Culture/Società Europea di Cultura, fondata da Umberto Campagnolo – filosofo padovano, teorico del diritto internazionale e federalista europeo – nel 1950: in piena “guerra fredda” e con lo scopo di facilitare attraverso i contatti tra le persone di cultura il dialogo Est-Ovest, azione testimoniata tra l’altro dalle pluridecennali annate della rivista “Comprendre”. La Sec ha avuto fino al 2015 sede a Venezia, da dove si è irradiata in numerosi Paesi. Tra i suoi aderenti storici si possono annoverare pensatori e artisti come Theodor Adorno, Benedetto Croce, Albert Camus, Marc Chagall, Jean-Paul Sartre, Arnold Toynbee, Gyorgy Lukács, Ilya Ehrenburg.

Conclusosi un ciclo storico e di fronti ai nuove sfide di un mondo ormai globalizzato e di un’Europa unita sì ma non senza travagli, l’associazione ha intrapreso iniziative di ripensamento e riorganizzazione della propria attività. In questo quadro, lo spostamento della sede e della biblioteca da Venezia a Collodi.

Per informazioni: coordinamentogenerale@sturzo.it – fondazione@pinocchio.it

Evento -Monumento “Pinocchio” di Gabriel Diana

Cerimonia di presentazione e di installazione delle scultura monumentale:

Pinocchio dello scultore italo-francese Gabriel Diana.

L’opera artistica in bronzo e acciaio corten sarà collocata sulla rotonda per l’accesso a Via Panoramica a Collodi (Pescia – PT):
 

Sabato 3 Ottobre 2020 alle ore 11.00.

In contemporanea al Parco di Pinocchio
apriranno:

– La mostra di sculture in bronzo di Pinocchio
del maestro Gabriel Diana.

– L’esposizione di quadri ad intarsio di paglia
dell’artista Dominique Beniza.

Parco di Pinocchio: via San Gennaro 5 – 51012, Collodi (Pescia – PT)

GABRIEL DIANA
Biografia di un maestro italo-francese
Di padre italiano e madre francese, Gabriel Diana nasce ad Orbetello il 1° ottobre del 1942. Pochi anni dopo, in seguito alla separazione dei genitori, segue sua madre in Corsica. Giovanissimo frequenta l’accademia di pittura a Bastia e nel 1961 si arruola come volontario nella Marina Nazionale francese. Nel 1964 a Brest conosce Yvette Magueur che sposa e subito dopo fa ritorno in Corsica.

Nel 1967 nasce il loro figlio unico Jean-Jacques; Nel 1970 la coppia si trasferisce a Milano. Diana riprende gli studi, si laurea in ingegneria ed esercita la professione per una trentina di
anni. Nel 1999 smette di reprimere quell’uomo libero in lui contenuto e si dedica interamente all’arte. Apre un primo atelier a Milano poi un secondo in Corsica. Nel 2001 la morte
incidentale del loro figlio unico gli fa abbandonare la capitale lombarda e la coppia si trasferisce definitivamente in Corsica. La sua crescita è immediata. Espone in tutta Europa
ed in America. Si dedica sempre più alla scultura ed anche i suoi quadri innovativi « fullmetal-painting » diventano tridimensionali. Nel 2005, per i suoi meriti artistici è insignito del
Cavalierato dal presidente Carlo-Azeglio Ciampi.

Nel 2009 fonda il Dian’Arte Museum che nel 2013 viene gemellato con il Museo russo dell’Ambra Gialla di Kaliningrad. Nel 2019 il ministro della Cultura Frank Riester lo insignisce del maggior riconoscimento per un artista, il Cavalierato delle « Arts & Lettres » Le opere di Gabriel Diana si trovano in numerose collezioni private, luoghi publici, musei e fondazioni. Il maestro divide il suo tempo di lavoro tra la Francia e l’Italia.
www.gabriel-diana.com – Contatto : +33 (0) 6 69240110

Rinvio Master Geppetto al 2021

Collodi, 09/09/2022

La Fondazione Nazionale Carlo Collodi comunica che il  I Concorso Master Geppetto, in programma al Parco di Pinocchio da domani 10 settembre 2020, è rimandato alla primavera  2021 valutata l’incompatibilità della manifestazione artistica con il prolungamento dello stato di emergenza per il Covid-19.

In tutela dei visitatori del Complesso Monumentale Collodiano e degli stessi artisti, la manifestazione seguirà un calendario diverso con la presentazione ufficiale dei partecipanti durante il Compleanno di Pinocchio 2021 (sabato 29 maggio 2021) mentre la performance degli artisti  si svolgerà nelle giornate dal 30 maggio al 2 giugno 2021 nella Piazzetta dei Mosaici di Venturino Venturi.

Per informazioni: fondazione@pinocchio.it

Prenotazioni concerto Marina Bruno

Marina Bruno è l’artista invitata dal presidente Pier Francesco Bernacchi in occasione del consueto concerto estivo annuale della Fondazione Nazionale Carlo Collodi, in programma venerdì 28 agosto alle 21.30 allo Storico Giardino Garzoni di Collodi. (Pescia – Pistoia). Il concerto è offerto da Fondazione Nazionale Carlo Collodi, Sviluppo Turistico Collodi srl e Ristorante Villa Garzoni.

L’artista napoletana presenta il suo ultimo “lavoro”, un tributo alle canzoni e melodie classiche napoletane, dal titolo Parthenoplay. “Un album variegato che sovrappone, riarmonizza e cita temi noti del jazz dei più “strafamosi” capolavori della canzone napoletana” come scrive l’artista nella presentazione del suo ultimo album.

Per ragioni legate alla sicurezza e alle normative anti-Covid, i posti sono quest’anno ridotti tuttavia sempre gratuiti e su prenotazione, o comunque fino a esaurimento. Basta scrivere a fondazione@pinocchio.it oppure telefonare, in orario di ufficio, allo 0572 429613.

Marina Bruno in Parthenoplay – Napoli e le sue Canzoni. Marina Bruno voce, Giuseppe Di Capua pianoforte, Giuseppe Di Colandrea fiati, Davide Costagliola basso, Gino Del Prete batteria.
Programma: PassioneCanzone appassiunataVoce ‘e notteNapule èTammurriata neraMunasterio ‘e Santa ChiaraRumba degli scugnizziIo te vurria vasàFuniculì funiculàMaruzzellaNun è peccato, ‘O surdato ’nnammurato.

Info: https://marinabruno.it/

Pinocchio Street Festival prenotazioni

La quinta edizione dell’evento teatrale più atteso dell’estate Toscana, si terrà dal 15 al 24 Agosto prossimi a Collodi e Pescia,
con una formula innovativa e nel rispetto delle normative per il contenimento del Coronavirus.
SENZA FILI Pinocchio Street Festival, in 5 anni si è imposto all’attenzione del grande pubblico conquistando appassionati delle arti
performative provenienti da tutta Italia, innovando i linguaggi, stabilendo un nuovo rapporto con lo spettatore, valorizzando uno dei
patrimoni più significativi della Cultura toscana.
Riconosciuto e contribuito dal MIBAC, collegato a network internazionali e progetti sostenuti dalla Comunità Europea, SENZA FILI è
una festa di Teatro, Musica, Circo che porta a Collodi ogni anno grandi interpreti della produzione contemporanea, richiamando
migliaia di visitatori in ogni edizione. Il Festival si terrà quindi anche quest’anno, ovvero nell’anno più difficile per lo spettacolo dal vivo
italiano, grazie ad una formula nuova che prevede la realizzazione di tutti gli spettacoli su palco, pubblico distanziato e contingentato.
La scelta di effettuare 3 serate in Piazza Mazzini e in Piazza del Grano a Pescia consentirà di ottimizzare la presenza del numeroso
pubblico che è invitato a prenotare i posti sulla piattaforma web del festival:

www.senza-fili.it.