Carnevale dei bambini e delle famiglie

Il mese di febbraio lo dedicheremo al Carnevale dove tanti degli amici di Pinocchio sono sempre stati protagonisti!

Un Carnevale formato bambini e famiglie.

Tutti i sabati e le domeniche di febbraio vi aspettiamo in maschera al Parco di Pinocchio: grandi e piccini! Un classico carnevale con i personaggi della fiaba per bambini e famiglie.
Troviamo Arlecchino! Gioco della pentolaccia, Gioco delle penitenze, spettacoli di burattini, truccabimbi speciale carnevale, laboratori a tema, sfilate delle mascherine!
Vieni e visita il nuovo Museo Interattivo di Pinocchio i giorni 1/2 febbraio e 29 febbraio e 1 marzo

Troverai: le giostre del novecento, percorsi avventura.
Tutto compreso nel biglietto di ingresso al Parco di Pinocchio.
Parco di Pinocchio, via San Gennaro 3 – 51012, Collodi (PT) – Toscana.
Siamo aperti dalle 10.00 alle 17.30. Ultimo ingresso alle ore 16.00
Info: parcodipinocchio@pinocchio.it – cell. 331 2098223

Aperti sabato e domenica fino al 29 febbraio

Gennaio e febbraio il Parco di Pinocchio sarà aperto il sabato e la domenica dalle 10.00 alle 17.30, con ultimo ingresso alla biglietteria alle ore 16.00.

Il Parco culturale dedicato al burattino più famoso al mondo che piace a grandi e piccoli. Un parco sospeso tra fiaba e realtà dove è possibile giocare circondati da opere d’arte, mostre, oggetti da collezione. Per i bambini tante attività ludiche e formative: laboratori, giochi e tornei, giostrine, percorsi avventura, spettacoli di burattini. La domenica sono in programma visite illustrative del Parco di Pinocchio alle 10.15 e alle 15.30.

Tutto è sempre compreso nel prezzo di ingresso al Parco di Pinocchio e non serve la prenotazione.

  • Sai già di venire al Parco di Pinocchio? Risparmia sul biglietto di ingresso acquistandolo on line 24 ore prima! BIGLIETTO ON LINE  (I biglietti della Bassa stagione sono validi fino al 29 febbraio).

Museo Interattivo – aperto dalle 10.00 alle 16.30 (ambiente al chiuso)

A aspettarvi ci sarà la novità del 2020: il MIP, il percorso immersivo e interattivo di Pinocchio che piace a grandi e piccoli. Ci sono la Bottega di Geppetto, dove cercare il pezzo di legno che nasconde il burattino; attraversando il bosco della Fata turchina arriverete nel Campo dei Miracoli. Mentre il Gatto e la Volpe satellando allegramente a tempo di musica, ci sono da raccogliere 40 monete d’oro saltellando su un laghetto virtuale per far brillare l’albero degli zecchini d’oro.

Un breve passaggio dal Paese dei Balocchi ed eccoci catapultati nel Gran Teatro dei Burattini di Mangiafuoco dove ti trasformerai in Pulcinella, Pinocchio oppure Arlecchino. Il Gioco delle Carte della Fata Turchina: vanno trovate le carte con l’immagine della fatina; Nel pozzo potrai vederti trasformato in ciuchino e come ciuchino dovrai saltare e ballare per far divertire il pubblico in sala.

Infine entriamo nel ventre del grande Pescecane: appena dentro prova a gridare e sentirai l’eco della tua voce. Sulla coda c’è un piccolo oblò… guarda dentro per vedere chi ti stava aspettando.

Sala del Grillo – aperta dalle 10.00 alle 17.30. (ambiente al chiuso)

Nella Sala del Grillo troverai tutto il giorno i Laboratori Creativi, Trucca bimbi, le attività speciali in programma. Gli Spettacoli dei Burattini ci sono alle 12.00; alle 15.00 e alle 17.00.

Oltre la Sala c’è l’area espositiva per le mostre e le collezioni donate alla Fondazione Nazionale Carlo Collodi.

Poi il Pinocchio Shop e l’uscita.

Area del Paese dei Balocchi – attività dalle 10.00 alle 17.00 (esterno)

Qui trovi le vecchie giostrine del Novecento, il Teatrino Meccanico di Pinocchio e i carrozzoni dei girovaghi, il teatro usato in primavera-estate, i giochi di legno di Geppetto, la Piazzetta dei Mosaici di Venturino Venturi.

Il Parco di Pinocchio è vincolato dalla soprintendenza per il suo valore artistico. Gli oggetti che sono stati inseriti in questa area sono antecedenti al 1960, come le vecchie giostrine, alcune veri e propri pezzi da collezione. Delle tre presenti due sono ancora funzionanti. Ancora più antico è il Teatrino Meccanico di Pinocchio: un piccolo capolavoro dove si ripercorrono le vicende del burattino. Al suo interno stiamo creando lo spazio da dedicare al progetto europeo della Fondazione Nazionale Carlo Collodi, la Via Europea della Fiaba.

Nei carrozzoni segnaliamo i burattini realizzati dalle allieve delle suore dorotee di Lucca. Sono incantevoli e curati in ogni minimo dettaglio.

 

Pagoda di Lucignolo – aperta dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 16.45. (al coperto)

La pagoda ospita i giochi di una volta realizzati con materiale di riciclo (lattine, tappi di sughero….) e il Laboratorio di Musica.

Ogni domenica alle 11.00 e alle 14.00 sono in programma giochi e tornei con i personaggi della fiaba.

Parco Monumentale di Pinocchio- dalle 10.00 alle 16.30.

Il Parco di Pinocchio vero e proprio. Per arrivare fino al punto di partenza hai già trovato le prime opere: La Fata con Pinocchio di Emilio Greco e la Piazzetta dei Mosaici di Venturino Venturi.

Ora inizia il percorso immerso nel verde ideato dall’architetto paesaggista Pietro Porcinai con istallazioni ispirate al racconto di Carlo Collodi create, per esempio, da Pietro Consagra (le statue in bronzo e acciaio) o da Marco Zanuso (il grande Pescecane). Il percorso si chiude con un piccolo labirinto.

Percorsi Avventura – dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 16.30.

Le Avventure di Pinocchio è un viaggio ricco di emozioni, quelle di un bambino- burattino che vive mille peripezzie. Bimbi, ora tocca a voi! Vola sul Fiume e la Nave Corsara sono i due Percorsi Avventura pensato per i bambini dai 5 anni fino ai 14 anni, di altezza compresa tra il metro e il metro e mezzo. Un percorso emozionale e avventuroso, come quello di Pinocchio!

  • Sai già di venire al Parco di Pinocchio? Risparmia sul biglietto di ingresso acquistandolo on line 24 ore prima! BIGLIETTO ON LINE  (I biglietti della Bassa stagione sono validi fino al 29 febbraio).

 

 

Programma feste di Natale

Creatività sarà la parola d’ordine del Natale con Pinocchio! Dal 21 dicembre 2019 al 6 gennaio 2020 il Parco di Pinocchio sarà aperto tutti i giorni, anche il giorno di Natale, dalle 10 alle 17.30 (ultimo ingresso alle ore 16). In programma ci sono laboratori, giochi, tornei per le famiglie e caccia agli zecchini d’oro. Le prime anticipazioni riguardano le attività ludiche e formative in programma.

Per i laboratori speciali ospitati nella Sala del Grillo sono in programma quello di Marionette&Burattini, da realizzare con bicchieri di carta riciclabile o montando delle sagome. Ci sono poi gli origami giapponesi e dovremo realizzare alcuni personaggi del racconto come il gatto e la volpe o il grande pescecane. Il laboratorio speciale del mese di gennaio impegnerà i bambini nella creazione di una locomotiva utilizzando della semplice pasta e colla a caldo. Nel 1883 esce il libro Le Avventure di Pinocchio. Nello stesso anno iniziano i viaggi un mitico treno: l’Oriente Express. Con la pasta alimentare creiamo ora una bella locomotiva. I più piccolini si potranno far aiutare dai familiari.


Tanta allegria e un po’ dio destrezza per i Giochi con Pinocchio alla Pagoda dei Giochi e del Laboratorio di Musica: i pesciolini del pescatore verde, in pasto al Pescecane e dovremo fermare le faine come fece Pinocchio per salvare il pollaio del contadino.

In programma tutti i giorni anche la Caccia al tesoro degli Zecchini d’Oro. Gioco a squadre dove si dovranno ritrovare gli zecchini donati da Mangiafuoco a Pinocchio; dietro a ciascuno troverete un personaggio del racconto che si è smarrito. Vanno trovati per ricondurli nel racconto di Carlo Collodi, Le Avventure di Pinocchio. In caso di pioggia, il gioco sarà sostituito dal Cruciverba di Pinocchio e gli amici della via Europea della Fiaba.

Troverete anche spettacoli di burattini, giostre del Novecento e i vecchi carrozzoni, visite narrate e letture animate, percorsi avventura. In mostra: Pinocchio all’Opera, una collezione di giocattoli dal mondo, Pinocchio around the world.

Il Parco di Pinocchio è in via San Gennaro 6, 51012 – Collodi (PT). Tutte le attività sono comprese nel prezzo del biglietto di ingresso, non è necessaria la prenotazione.

Info: www.pinocchio.it – 3883757108 – 0572 429342 – parcodipinocchio@pinocchio.it

Elfo pasticcione 7/8/14/15 dicembre

L’Elfo pasticcione è stato mandato da Babbo Natale a Collodi per raccogliere le letterine dei bambini e preparare alcuni dei doni che saranno consegnati a Natale. Ma letterine e doni rischiano di non arrivare in tempo! Pinocchio invita i bambini a dargli una mano perché il tempo stringe. Fate presto, Natale è alle porte!
Al Laboratorio speciale spazio alla creatività con colla a caldo e pasta alimentare: potrai creare un bel pensierino fatto a mano da regalare a qualcuno per le feste. Collanine, braccialetti, cappucceti per lapis… e quello che vi viene in mente.
Nella giornata: spettacolo dei burattini, giostrine del Novecento, trucca bimbi di Pinocchio, laboratorio di musica con Pinocchio all’opera, giochi e laboratori di Pinocchio, percorsi avventura.
Per grandi e piccoli: alla scoperta del Parco Monumentale di Pinocchio, la mostra Pinocchio around the world: storia del libro italiano più tradotto al mondo, collezione di giocattoli vintage dal mondo, spazio della Via Europea della Fiaba: risolvi il cruciverba speciale.
Tutte le attività sono comprese nel prezzo del biglietto e non serve la prenotazione.
Siamo aperti dalle 10 alle 17.30 (ultimo ingresso alle ore 16), in via San Gennaro 3 – 51012 a Collodi (PT)
Info: parcodipinocchio@pinocchio.it – 0572 429342 – 331 2098223

30 Novembre – 1 Dicembre con Pinocchio

Un Calendario dell’Avvento (senza dolci) quello proposto ai bambini in visita a Pinocchio, sabato 30 e domenica 1 dicembre a Collodi (PT). Un’attività tutta creativa con Pinocchio e gli altri personaggi del racconto che ti accompagneranno fino al 25 dicembre con un disegno al giorno da colorare.

Alle 16.00 di domenica 1 è in programma anche lo spettacolo per grandi e piccoli: Pinocchio in ottava rima. Ovvero la presentazione del libro Poema per Pinocchio di Marzio Matteoli sotto forma di performance artistica con Marzio Matteoli, Alessio Bacci, Daniele Venturelli e le illustrazioni di Caterina Matteoli.

Nella giornata sono inoltre previsti: laboratori creativi di Pinocchio, laboratorio dei Mattoncini (ultimo weekend), Spettacoli dei Burattini (ore 12, ore 15 e ore 17.00), Giochi di una volta con i materiali di riciclo (Otto galline da salvare e altri).

All’aperto: Visite guidate narrate del Parco Monumentale di Pinocchio, Giostre del Novecento, Percorsi Avventura “Vola sul fiume” e “Nave Corsara”.

In mostra: Pinocchio around the world; Pinocchio all’Opera; Collezione di giocattoli dal mondo.

Tutte le attività sono comprese nel prezzo del biglietto di ingresso e non è necessaria la prenotazione.

Info: parcodipinocchio@pinocchio.it

Collodi, Pinocchio in ottava rima

Pinocchio in ottava rima. Ovvero “Poema per Pinocchio” in versione spettacolo, performance artistica. Marzio Matteoli presenta così il fortunato libro (Eclettica Edicioni), trasposizione poetica del romanzo di Carlo Collodi – La Avventure di Pinocchio.
L’opera è composta in ottava rima e illustrata da Caterina Matteoli.
L’appuntamento è per domenica 1 dicembre alle 16.30 al Parco di Pinocchio (Collodi – PT).
Info: parcodipinocchio@pinocchio.it – www.pinocchio.it

ROMA, Il bene e il male in Pinocchio

Mercoledì 4 dicembre 2019, alle 10:30, all’Università Europea di Roma (via degli Aldobrandeschi 190), si terrà il convegno “Il Bene e il Male in Pinocchio”, organizzato dalla Fondazione Nazionale Carlo Collodi in collaborazione con lo stesso ateneo.

L’incontro, con ingresso libero, sarà un’occasione di riflessione sui messaggi e sui valori proposti dalla celebre fiaba, conosciuta in tutto il mondo. Attraverso il linguaggio della fantasia, Collodi ha saputo offrire ai lettori numerosi insegnamenti che ancora oggi riescono toccare il cuore delle persone.

Coordinatore del convegno è il Prof. Lorenzo Franchini, che oltre a far parte della Fondazione Nazionale Carlo Collodi, è anche Docente di Diritto Romano e Diritti dell’Antichità nell’Università Europea di Roma.

“Pinocchio è un libro veramente universale”, spiega il Prof. Lorenzo Franchini. “Carlo Lorenzini detto Collodi era imbevuto di culture e sensibilità diverse, vuoi cristiane, vuoi laico-risorgimentali. Eppure in lui l’orizzonte dei valori rimase solidamente unitario, netta la distinzione tra bene e male, e solo da una adesione piena al primo e da un rifiuto totale del secondo poté derivare l’evoluzione del pezzo di legno in persona in carne ed ossa. C’è qualcosa di misteriosamente archetipico in questa favola, più che in ogni altra, e non c’è da stupirsi se anche in questo periodo le grandi produzioni cinematografiche e televisive si accingano a dedicarle sempre più attenzione, su scala nazionale e internazionale”.

Il convegno sarà aperto dal saluto introduttivo di Padre Pedro Barrajón, L.C. Rettore Università Europea di Roma, del Prof. Umberto Roberto, Direttore del Dipartimento di Scienze Umane, del Prof. Emanuele Bilotti, Coordinatore del Corso di Laurea di Giurisprudenza, e del Prof. Luigi Russo, Vice-Coordinatore del Corso di Laurea di Scienze della Formazione Primaria.

Interverranno:

la Prof.ssa Marina D’Amato, Fondazione Nazionale Carlo Collodi e Università di Roma Tre (“Verità e bugia”);

il Prof. Carlo Serafini, Università “La Sapienza” di Roma (“Il Bene e il Male” nelle riscritture novecentesche di Pinocchio”);

il Prof. Andrea Dessardo, Università Europea di Roma (“Chiamo brutti i libri che mi annoiano. Collodi, tra parodia e intento educativo”);

il Prof. Filippo Vari, Università Europea di Roma (“Pinocchio per un giurista”);

il Prof. Andrea Panzarola, Università Lum “Jean Monnet”- Bari e il Prof. Aniello Merone, Università Europea di Roma (“Pinocchio e la funzione educativa del processo”).

Concluderà l’incontro il dott. Pier Francesco Bernacchi, Presidente della Fondazione Nazionale Carlo Collodi.

info: fondazione@pinocchio.it

30° anniversariodelle Convenzione ONU sui Diritti del Fanciullo

Oggi ricorre il 30° anniversario della Convenzione ONU sui Diritti del Fanciullo approvata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 20 novembre 1989  e ratificata dall’Italia il 27 maggio 1991 con la legge n. 176.

Attualmente, gli Stati che si sono impegnati nel rispetto dei diritti dei bambini sono 194. I lavori preparatori per arrivare al documento finale sono durati un decennio,  perché si è riusciti ad armonizzare diverse esperienze sia culturali che politiche. La Convenzione rappresenta un testo unico sia giuridicamente che socialmente, di eccezionale importanza, poiché riconosce tutti i bambini e tutte le bambine del mondo come titolari dei diritti civili, sociali, politici, culturali ed economici. È composta da 54 articoli e tre protocolli opzionali che riguardano i bambini in zona di guerra, il loro sfruttamento sessuale e le procedure per rivendicare reclami relativi alle violazioni dei propri diritti. Nella prima parte, vengono enunciati i diritti (artt. 1-41); nella seconda, sono individuati gli organismi preposti e le modalità di miglioramento (artt. 42-45); nella terza, le procedure di ratifica (artt. 46-54).

I principi fondamentali su cui si fonda sono:

  • la non discriminazione, devono essere garantiti a tutti i minori, senza distinzione di razza, di sesso, di lingua, di religione, di opinione le stesse possibilità (art. 2);
  • il superiore interesse, in ogni legge, iniziativa pubblica o privata e in ogni situazione problematica, l’interesse del bambino deve avere la priorità (art.3)
  • Il diritto alla vita e alla sopravvivenza del bambino e dell’adolescente per cui gli Stati devono impegnare il massimo delle risorse per tutelare la vita e il sano sviluppo dei bambini (art. 6);
  • l’ascolto delle opinioni del minore, il bambino capace di discernimento deve essere ritenuto come soggetto libero di espressione e di opinione sulle materie inerenti la sua persona (art. 12).

Dal 1989, ogni Stato firmatario presenta un rapporto per dimostrare le tappe raggiunte in questo percorso di riconoscimento universale della persona bambino. Soltanto gli Stati Uniti non hanno ancora firmato questo impegno essenziale per lo sviluppo dell’umanità.

La Fondazione Collodi, sin dalle sue origini, è stata interprete dei diritti, dei bisogni, delle espressioni dei minori in ogni ambito culturale, ma anche sociale e politico.

A cura di Marina D’Amato, Consigliere a Vita della Fondazione

ICEF_US_state_report
Convenzione_diritti_infanzia_1

 

 

24 novembre – Insetti strani & co.

Il Millepiedi gigante e la Chiocciola gigante dell’Africa.
La Blatta gigante del Perù. Gli Insetti Stecco. Sono gli insetti “strani” della Serra Tropicale dello Storico Giardino Garzoni.

Con loro: le laboriose Api e Formiche, uccellini granivori, il piranha “timido” e le tartarughe dalle orecchie gialle.

INSETTI STRANI &CO. è in programma domenica 24 novembre, dalle 10.30 alle 12.00 allo Storico Giardino Garzoni.

⭕️ Appuntamento per i visitatori dello Storico Giardino Garzoni, piazza della Vittoria – 51012, Collodi (Pescia – PT).
www.pinocchio.it

Laboratori, giochi e spettacoli

Con l’autunno e la stagione invernale le attività del Parco di Pinocchio si divideranno tra la Sala del Grillo e la Pagoda di Lucignolo. Restano in attività i due Percorsi Avventura (Vola sul Fiume e Nave Corsara) e le giostrine all’esterno, dove è possibile passeggiare lungo il percorso monumentale che ripercorre le avventure del burattino.

Nell’edificio che ospita la Sala del Grillo si trovano anche l’area espositiva del Parco e il negozio Pinocchio Shop. Da sabato 16 novembre è esposta la mostra Pinocchio in the world e l’esposizione di giocattoli vintage da tutto il mondo. Torna in primo piano la Bottega di Geppetto affiancata dalla mostra Pinocchio all’Opera.

 

Nella Sala del Grillo ci sono il Teatro dei burattini (spettacoli alle 12.00, alle 15.00 e alle 17.00), il Trucca bimbi di Pinocchio, i laboratori creativi: dal 16 novembre fino a dicembre è in programma il Laboratorio speciale dei Mattoncini. Qui è possibile colorare disegni a tema e creare le maschere dei personaggi del racconto e il cappello di Pinocchio o della Fata Turchina. In programma anche il laboratorio di Balloon Art (palloncini modellabili) che si alternerà tra questo spazio e l’area al coperto esterna Laboratorio di Lucignolo.

Nel Laboratorio di Lucignolo spazio ai giochi: quelli a squadre per tutta la famiglia oppure i Giochi di una volta, come la Campana, quelli legati al riciclo creativo dove oggetti di uso comune si trasformano in divertenti giocattoli con i quali giocare. Il gioco a tema fino a dicembre sarà:

“Otto galline da salvare” che si ispira all’episodio di Pinocchio che prende il posto del cane Melampo per proteggere il pollaio del contadino dai ripetuti furti di polli delle faine.

In prossimità del Laboratorio di Lucignolo ci sono anche il Memory Gigante e il Grande Gioco dell’Oca.

Aperti tutto il periodo autunnale e invernale anche i due percorsi avventura (chiusi in caso di pioggia) e le Giostrine del Novecento: la Veneziana e quella coi Cavallini.

Il Parco di Pinocchio è aperto fino al 20 dicembre il sabato e la domenica dalle 10.00 alle 17.30 (ultimo ingresso alle 16.00). Nella giornata sono previste anche visite narrate al percorso monumentale.

Info: 0572 429342 – 331 2098223 – parcodipinocchio@pinocchio.it