FONDAZIONE NAZIONALE C. COLLODI

Ente culturale no profit: dal Parco di Pinocchio alle attività internazionali


La Fondazione Nazionale Carlo Collodi è un ente non profit. Dal 1962 promuove la cultura dei bambini e per i bambini a partire dal capolavoro letterario mondiale Le Avventure di Pinocchio. Grazie ai suoi valori artistici ed umani, e soprattutto al suo amatissimo protagonista, Pinocchio, questo libro è uno strumento straordinariamente efficace per sensibilizzare bambini e adulti ai temi più diversi, suscitando entusiasmo e atteggiamento positivo verso proposte educative e ricreative di qualità.

La Fondazione Collodi nasce dal Comitato per un Monumento a Pinocchio, che promosse e realizzò la parte originaria del Parco di Pinocchio, avviando anche altre iniziative culturali, ereditate e continuate dalla Fondazione Collodi: la raccolta delle edizioni collodiane, lo  studio della  vita  e  delle  opere  di Carlo Lorenzini/Collodi, concorsi di scrittura e illustrazione di libri per ragazzi, concorsi per le scuole. La scelta di continuare a lavorare nel campo della cultura e del turismo culturale, insieme al successo  del  Parco  di  Pinocchio  e  delle  varie  iniziative  hanno  condotto  nel  1962  a costituire  la  Fondazione  Nazionale  Carlo  Collodi,  riconosciuta  con  Decreto  del Presidente della Repubblica n. 1313 del 18 luglio 1962.

Scarica lo Statuto della Fondazione Nazionale Carlo Collodi

Scarica il decreto del Presidente della Repubblica e l’Atto costitutivo

Oggi la Fondazione Nazionale Carlo Collodi:

Ø  possiede e gestisce il Parco Monumentale di Pinocchio con annesso Museo Interattivo e due percorsi avventura;

Ø  gestisce lo Storico Giardino Garzoni – Monumento nazionale – e la Collodi Butterfly- Casa delle Farfalle

House dove cura attività didattiche e culturali;

Ø  ha acquistato e restaurato Villa Arcangeli a Collodi, dove ha la propria sede e svolge l’attività istituzionale e la progettazione culturale e dove hanno sede anche

o l’agenzia formativa International Collodi Academy

o la   Biblioteca   Collodiana   che   dal   2014   partecipa   al   SBN–Sistema

Bibliotecario Nazionale.

Ø  cura la presa di coscienza, la promozione, l’organizzazione e la gestione di attività di orientamento, formazione e riflessione critica, didattiche e di ricerca, e di iniziative di formazione continua, qualificazione, riqualificazione, specializzazione e aggiornamento,  legate  alle  esigenze  emergenti  nel  campo  dell’educazione,  della cultura infantile e giovanile, della scuola, della letteratura, delle arti ed in ogni altro ambito culturale;

Ø  diffonde e sviluppa la cultura dell’infanzia e dell’adolescenza attraverso l’opera di genitori, insegnanti, educatori, operatori sociali e della comunicazione, collaborando con organizzazioni, enti, associazioni, fondazioni pubbliche e private italiane ed internazionali, imprese private e pubbliche;

Ø  promuove  nell’ambito  del  territorio  nazionale,  anche  in  collegamento  con  realtà analoghe in Europa e nel mondo, progetti e azioni tesi ad assicurare la tutela dei diritti dei bambini e delle famiglie, valorizzando altresì progetti a favore delle famiglie;

Ø  attiva  programmi  interdisciplinari  e  internazionali  di  ricerca  che  assicurino  un progressivo sviluppo delle conoscenze sugli stili di vita e di apprendimento, sulla formazione  professionale,  culturale  e  civile  degli  adolescenti  e  dei  giovani,  sulle politiche nazionali, europee e internazionali che li riguardano e che consentano altresì continui progressi nella ricerca disciplinare delle scienze e dei saperi che se ne occupano;

Ø  promuove iniziative volte a sviluppare l’integrazione interculturale.

La risonanza culturale e pragmatica dell’operato della FNCC si esprime nel quotidiano con l’organizzazione di mostre, eventi e rassegne a carattere internazionale, tra le più recenti:

o Expo Shangai 2010;

o 2013 Anno della Cultura Italiana negli USA;

o Expo Milano 2015,

o Museo di Storia di Seoul in collaborazione con il locale Istituto Italiano di Cultura

(2017),

  • a carattere nazionale come:
  • la mostra  del Pinocchio del Centenario con le xilografie  di  Sigfrido  Bartolini  presso  il  Museo  dei  Bozzetti  di Pietrasanta (2016), presso l’Università Internazionale di Venezia, al Palazzo di Giano a Pistoia e a Soave (2017-2018);
  • Pinocchio Street Festival a Collodi (dal 2016);
  • Pinocchio all’Opera – Compleanno di Pinocchio 2018;
  • mostre d’arte e illustrazione, libri, fotografia nel Museo del Parco di Pinocchio.

La mission della FNCC è promuovere in Italia e nel mondo la cultura dei bambini e per i bambini in tutte le dimensioni sociali di cui essi sono partecipi e nelle quali hanno diritto ad integrarsi secondo modalità appropriate alle loro esigenze e il loro livello di conoscenza, sensibilità, espressione e sviluppo.

La sua vision è rendere Collodi la città dei ragazzi, cioè un luogo simbolo, modello e laboratorio di come una comunità si può strutturare tenendo per guida primariamente le esigenze dei bambini; e farne la capitale europea dell’infanzia, nell’itinerario culturale “Via Europea della Fiaba”.

Per questo fine la Fondazione, con il contributo dei maggiori architetti contemporanei, ha progettato il Parco Policentrico Collodi Pinocchio che sta compiendo un positivo iter istituzionale con la Presidenza del Consiglio dei Ministri, Il Mibact, il Miur, il Mef, il Mit, la Regione Toscana, gli enti locali e Invitalia.

La Fondazione a breve amplierà il Parco di Pinocchio prima con un nuovo Paese dei Balocchi e subito dopo con la Fattoria Didattica di Pinocchio.

Al fine di rinsaldare la collaborazione culturale con Firenze e di riproporre un asse turistico Firenze-Collodi, la Fondazione realizzerà nel 2018 il Pinocchio Museum Experience nel cuore del capoluogo Toscano.

A livello internazionale, la presenza di Pinocchio nel bagaglio culturale di tutti i Paesi del mondo e la serietà dell’istituzione permettono di instaurare rapporti di collaborazione per ricerche e divulgazione significativi e spesso durevoli. Dal 2007 questa attività ha assunto anche la forma di progettazione europea per la partecipazione a bandi nel settore cultura ed educazione. Sono state infatti approvate proposte di progetti per la formazione di bambini e adulti, dove Pinocchio e la letteratura sono il motore per il dialogo interculturale, per l’incontro tra le generazioni, per un nuovo approccio all’apprendimento nella scuola di base, per una divulgazione ampia della sensibilità e dei nuovi stili di vita temi per uno sviluppo sostenibile e per una società a zero emissioni di anidride carbonica. Attualmente la Fondazione Collodi è partner in questi progetti ERASMUS+: META-Minorities Education through Art; ARTinED online-A New Approach to Education Using the Arts; T&D-Theatre and Digital Stories; MOVEUP-Early Childhood Education building sustainable motivation and value paradigm for life; Pinocchio Joins the Orchestra.

Le  pubblicazioni  della  FNCC  iniziano  negli  anni  ‘60  con  i  quaderni  monografici, proseguono con atti di convegni fino all’Edizione Critica e a quella commemorativa del 100° di Pinocchio, illustrata da xilografie di S. Bartolini; e continuano oggi, con la collana “Le api industriose”.

La Fondazione ha poi promosso l’Edizione Nazionale delle opere di Carlo Lorenzini/Collodi (istituita nel 2009), con lo scopo di mettere in luce la figura poliedrica – intellettuale e culturale dell’autore, non solo scrittore per l’infanzia o “autore di un solo libro”. I 4 volumi già pubblicati – dei 14 progettati – riportano contributi di Andrea Camilleri, Guido Conti, Ernesto Ferrero, Michèle Merger, Mario Vargas Llosa,

[/page_content]

pINOCCHIO-cOLLODI

PARCO DI PINOCCHIO: MUSEO A CIELO APERTO

LO STORICO GIARDINO GARZONI - MONUMENTO NAZIONALE